Contenuto sponsorizzato

Minaccia l'ex moglie e l'ex suocera: "Vi sfregio". A processo per stalking, danneggiamento aggravato e violazione di domicilio

La fine del matrimonio aveva fatto precipitare la situazione scatenando una violenza inaudita. L'apice nel febbraio dell'anno scorso: le due donne si dovettero barricare in casa mettendo davanti alla porta un armadio

Pubblicato il - 03 settembre 2017 - 13:13

TRENTO. La furia del trentenne lasciato dalla moglie non si è scagliata soltanto sull'ex compagna ma ha investito con minacce di morte anche la suocera. "Giuro che ti sfregio", scriveva su Whatsapp, "Mi farò trent'anni di galera ma a testa alta". Un comportamento violento che ha messo paura alle due donne, che ha raggiunto il suo apice nel febbraio dello scorso anno.

 

La fine del matrimonio aveva fatto precipitare la situazione scatenando una violenza inaudita. Per contenere l'uomo, le due donne avevano addirittura accettato di versargli dei soldi, indebitandosi. Ma nemmeno questo riuscì a calmare la sua violenza, le minacce, i messaggi di morte. Per questo l'ex compagna decise di denunciare le vessazioni alla polizia.

 

Quando venne a sapere della denuncia, il trentenne andò subito all'abitazione della suocera, dove viveva anche la figlia, con l'intenzione di obbligare l'ex compagna a ritirare la querela: divelle la cassetta delle lettere a pedate, entrò nel giardino di casa. Le due donne si dovettero barricare mettendo davanti alla porta di casa un armadio

 

A questo punto anche l'ex suocera denunciò la situazione. Il marito violento, che non voleva accettare la fine di un rapporto, dovrà rispondere di stalking, violazione di domicilio e danneggiamento aggravato. La Procura della Repubblica ha chiesto il processo. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'8 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 March - 06:26

La storia di un'anziana di Trento. In un primo momento è riuscita ad ottenere la vaccinazione a Borgo ma, in difficoltà nello spostarsi così lontano da casa, ha chiesto l'attivazione, tramite il medico di base, del Servizio della Cure Domiciliari. Simona Sforzin, direttrice alle Cure primarie dell'Azienda sanitaria spiega: ''A Trento la lista di attesa è di circa 200 persone, per la somministrazione di 10 vaccini servono circa 6 ore''

08 March - 20:02

Sono 247  le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 44 in alta intensità. Oggi 4 decessi. Sono 37 i Comuni con almeno un caso di positività

08 March - 19:49

Parlano i legali del giovane che spiegano come dal ritrovamento del corpo della madre abbia cominciato a collaborare e ora ''l'indagato si aggrappa a un sentimento di pentimento disperato, che non chiede né ha aspettative di ricevere pietà dalle vittime''. La procura della Repubblica conferma che proseguono le ricerche del corpo del padre Peter e che si procederà ''all'incidente probatorio, finalizzata all'accertamento della capacità di intendere e di volere dell'indagato al momento del fatto''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato