Contenuto sponsorizzato

"Nelle nostre mani", gli eventi in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato

L'obiettivo è lanciare un solo messaggio: "il futuro delle persone in fuga e la risposta della comunità è appunto nelle nostre mani"

Pubblicato il - 15 giugno 2017 - 19:59

TRENTO. Dal 16 al 24 giugno sul territorio provinciale sono in programma una serie di eventi, il cui titolo è 'Nelle nostre mani', per celebrare la 'Giornata Mondiale del Rifugiato', istituita il 20 giugno dalle Nazioni Unite.

 

In Trentino ci sono diverse iniziative organizzate con il sostegno della SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) da una vasta rete di soggetti impegnati attivamente nell'accoglienza con la partecipazione dei richiedenti stessi. Si svolgeranno momenti musicali e sportivi, oltre a letture, dibattiti e occasioni per dialogare e confrontarsi.

 

Il calendario degli eventi è stato presentato nella sede del "Cinformi" a Trento, con un particolare focus sulla giornata principale. Il programma del 20 giugno infatti prevede, dopo un pomeriggio di proposte in Piazza d'Arogno a Trento, il concerto a partire dalle ore 22 nei giardini del parco S. Chiara di Saba Anglana, cantante di origini somale che si è rifugiata in Italia all'età di 5 anni, dopo che un'accusa di spionaggio nei confronti della sua famiglia da parte del regime di Mohammed Siad Barre l'aveva costretta a fuggire.

 

Dopo la pubblicazione del suo album 'biyo-water is love' nel 2010 è diventata testimonial dell'AMREF per le campagne mediatiche in fatto di salute e diritti umani. Il concerto, che durerà circa un'ora e mezza,  è formato dalla voce di Saba, una kora (un'arpa a liuto per i meno esperti), un contrabbasso e una fisarmonica, per una colonna sonora che vuole trasmettere l'amore per le tradizioni che il progresso potrebbe spazzare via.

 

Si rinnova quindi una sinergia tra la quotidiana collaborazione nell'accoglienza e il concretizzarsi di un programma con variegate proposte il cui messaggio è uno solo: il futuro delle persone in fuga e la risposta della comunità è appunto #NELLENOSTREMANI. Proponiamo di seguito l'intero programma degli eventi.

 

Il primo appuntamento, intitolato "Accogli-attivo", è in programma venerdì 16 giugno  alle ore 17, presso la sede Atas onlus di Rovereto (via della Terra 49), promosso da Atas onlus, Punto d'Approdo e Fondazione Comunità Solidale. Sarà un aperitivo in compagnia con la mostra fotografica "Beeing a refugee is not a choise" dell'Associazione Mavì e con la musica del gruppo Mike Connexion.

Lunedì 19 giugno, alle 20.45, l'evento "L'oltre confine è nelle nostre mani", promosso da Centro Astalli Trento onlus a conclusione del progetto didattico "Oltre Confine" insieme a John Mpaliza, "the peace walking man".

Martedì 20 giugno. Giornata Mondiale del Rifugiato, piazza d'Arogno, nel cuore del capoluogo trentino, sarà animata da un ventaglio di proposte che consentiranno fra l'altro di incontrare e conoscere in un'unica location diverse realtà impegnate in campo migratorio e le loro attività (con il supporto tecnico delle Feste Vigiliane). Il pomeriggio, a partire dalle 17 e fino alle 19.30, vedrà dialoghi e incontri a cura dei volontari della rete trentina di accoglienza dei richiedenti protezione internazionale, ma non solo. Saranno presenti coop. Arcobaleno, ArteDanza, Atas onlus, Centro Astalli Trento onlus, Cinformi, coop. Città Aperta, coop. Forchetta e Rastrello, associazione Fili, INCO, Itinerari Folk, associazione Il Gioco degli Specchi, coop.
Kaleidoscopio, Presidio Universitario "Celestino Fava", Libera Contro le Mafie, coop. Progetto 92, coop. Punto d'Approdo, coop. Samuele, Studio d'Arte Andromeda, UISP-Sportantenne. In serata (20 giugno), fra le 20 e le 21.30, i Giardini Santa Chiara di Trento ospiteranno performance artistiche con richiedenti asilo e rifugiati ospiti in Trentino. Alle 22, nella stessa location, spettacolo musicale con Saba Anglana a cura della rete trentina di accoglienza dei richiedenti protezione internazionale in collaborazione con Itinerari Folk.

'Atlante vivente in biblioteca' è invece l'evento promosso da Atas onlus per mercoledì 21 giugno alle 17 a Trento. L'appuntamento vede la collaborazione della Biblioteca Comunale, dove si svolgerà l'iniziativa.

Venerdì 23 giugno la rassegna si sposterà a Mori, presso l'Oratorio, con una serata proposta dagli scout Agesci di Mori e dal Coordinamento Associazioni Accoglienza Mori. Alle 20.45 verrà proposta la lettura scenica con musica "Quel Mattino a Lampedusa"; testo di Antonio Umberto Riccò, musica di Francesco Impastato e progetto di Unser Herz schlagt auf Lampedusa – Hannover.

Nella stessa serata (23 giugno), alle 20.30, presso l'Oratorio di Tuenno (Ville d'Anaunia), il dibattito "Cosa ci guadagno?" con Padre Alberto Remondini sj, promosso da Fondazione Comunità Solidale in collaborazione con Casa Padre Angelo.

Sarà invece lo sport a concludere sabato 24 giugno il programma delle iniziative con "Calcio senza frontiere". Il Campo di Sant'Alessandro a Riva del Garda ospiterà un torneo fra squadre multiculturali promosso da coop. Arcobaleno e Fondazione Comunità Solidale. Fischio d'inizio alle ore 14.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 febbraio - 20:08

Sono 211 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 38 pazienti sono in terapia intensiva. Oggi 1 decesso. Sono 87 i Comuni che presentano almeno una nuova positività

26 febbraio - 18:14

Il dirigente dell'Azienda Sanitaria Pier Paolo Benetollo ha spiegato che ad oggi "Il numero di varianti che stiamo trovando è limitato''. Sono in totale quattro le mutazioni inglesi registrate fino ad oggi in Trentino 

26 febbraio - 18:02

Adesso si parte con la fase successiva. Il virologo del Cibio, Massimo Pizzato: "La prossima settimana prevediamo di proseguire con lo studio. Un migliaio di analisi in parallelo ai tamponi molecolari per verificare la sensibilità dei test salivari. Poi si parte a regime, questo step dovrebbe iniziare a metà marzo"

 
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato