Contenuto sponsorizzato

Nessuno lo sapeva ma il cassonetto per gli indumenti è abusivo. La circoscrizione: "Attenti, conferite al Crm e Crz"

Il cassonetto si è rotto venerdì scorso e sono arrivate tante segnalazioni alla circoscrizione di Ravina per intervenire. Mariacamilla Giuliani: "Presto verrà rimosso: siamo attenti al riciclo e promuoviamo le giornate del riuso. Abbiamo interessato di questa vicenda anche Comune e Servizio ambiente"

Di Luca Andreazza - 04 settembre 2017 - 16:47

RAVINA. "Ci siamo attivati e nel giro di qualche giorno il cassonetto in questione verrà rimosso. Nel frattempo invito la cittadinanza a non conferire più indumenti in questi cassonetti rosa in quanto illegali e fuori norma", afferma Mariacamilla Giuliani, presidentessa della circoscrizione di Ravina

Tutto inizia venerdì scorso, quando il cassonetto degli indumenti posizionato nelle vicinanze del supermercato Eurospin si rompe e tante segnalazioni arrivano alla circoscrizione per intervenire nella riparazione. "Ci siamo attivati subito - evidenzia la presidentessa - ma quel cassonetto è abusivo. Pur trovandosi su una proprietà privata, la gravità del fatto ha necessitato un intervento urgente".

 

La circoscrizione si è mossa e ha informato le forze dell'ordine: "Dalle indagini condotte - prosegue - questo cassonetto risulta essere di un'azienda che fa riciclo di indumenti a scopi prettamente commerciali. Questo è stato inoltre posto sulla proprietà privata senza che venisse stipulato alcun accordo o compromesso con i proprietari del supermercato, che quindi non hanno inoltre alcun profitto, e che provvederanno a farlo rimuovere quanto prima e non possiamo intervenire direttamente. Come circoscrizione siamo molto attenti e sensibili al tema del riciclo, tanto che promuoviamo due volte all'anno le giornate del riuso".

Questo è un problema che si ripete: "Già l'anno scorso - conclude Giuliani - avevamo avuto questo stesso episodio e il cassonetto era stato rimosso. Ho anche interessato il Servizio ambiente e l'assessore Andrea Robol: il Comune di Trento si dissocia dalla presenza di questi tipi di cassonetti. Ribadisco che l'invito è quello di non conferire più indumenti e portarli piuttosto ai Crm/Crz comunali abilitati alla raccolta, mentre a fine ottobre ritornano le giornate del riuso".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.00 del 11 Agosto
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

14 agosto - 10:40

Ci sono 9 Regioni con un Rt superiore a 1, rischiano Lazio (0.99) e Bolzano (0.97). Resta alta l’attenzione in Provincia di Trento (0.78). L’Iss: “L’Italia si trova in una fase epidemiologica di transizione con tendenza ad un progressivo peggioramento”

14 agosto - 12:28

Lo scandalo dei politici già pagati dai cittadini suoi 10.000 euro lordi al mese che hanno anche fatto la richiesta dei 600 euro destinati a chi era in difficoltà a mettere qualcosa nel piatto e a pagare le bollette sta coinvolgendo tutto il Paese con la Lega su tutti che, però, sta avendo il buon senso di sospendere e stigmatizzare i ''suoi'' che hanno approfittato delle maglie larghe del bonus. In Alto Adige (dove sono 4 i consiglieri provinciali coinvolti), invece, tutto sembra destinato a risolversi con uno scusate, li restituiamo e siamo pari

14 agosto - 15:26

L'Azienda sanitaria dell’Alto Adige non ha nulla a che fare con questo e intraprenderà le necessarie azioni legali

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato