Contenuto sponsorizzato

Opere pubbliche in 8 Comuni, la Provincia ci mette 2 milioni di euro

La somma andrà infatti a finanziare interventi di messa in sicurezza di strade e scuole, rifacimento di tratti di acquedotti e fognature di Besenello, Bocenago, Calceranica al Lago, Commezzadura, Denno, Revò, Sarnonico e Stenico

Pubblicato il - 28 luglio 2017 - 16:46

TRENTO. Ammonta a poco meno di 2 milioni di euro il finanziamento deciso dalla giunta provinciale, su proposta dell’assessore provinciale Carlo Daldoss, a favore di 8 Comuni del Trentino per  interventi di carattere urgente legati all'erogazione di servizi essenziali.

 

La somma andrà infatti a finanziare, con percentuali che variano dal 75 al 90% dell’importo a progetto, interventi di messa in sicurezza di strade, rifacimento di tratti di acquedotti e fognature, messa a norma e in sicurezza di edifici scolastici, programmati dalle amministrazioni di Besenello, Bocenago, Calceranica al Lago, Commezzadura, Denno, Revò, Sarnonico e Stenico.

 

Entro dieci mesi le amministrazioni beneficiarie dovranno avviare la procedura di affidamento dei lavori, salvo proroga motivata e con l’eccezione per gli interventi al di sotto dei 300 mila euro per i quali non è fissato il termine di avvio della procedura di affidamento dei lavori. 

Ecco l'elenco delle amministrazioni con relativi interventi e importi finanziati:

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 11:03

Dopo l'uscita piuttosto pesante del presidente della Lega trentina sull'Svp che si allea a Bolzano con il centrosinistra, il consigliere provinciale di Alto Adige Autonomia Carlo Vettori ha consegnato in Consiglio regionale un'interrogazione, beccandosi gli insulti di Alessandro Savoi. "Finché fa il giullare in Consiglio provinciale a Trento non c'è problema, ma non si metta il becco nelle questioni altoatesine"

30 settembre - 05:01

Ieri l'incontro in Quinta Commissione provinciale tra i rappresentanti del Consiglio del sistema educativo e il direttore del dipartimento prevenzione dell'Apss. Sul tavolo anche le questioni sollevate da il Dolomiti sui tempi che si allungano per sapere l'esito dei tamponi per gli studenti (e si traducono in lunghi isolamenti anche per i genitori) e i test antigenici. Ecco cosa è emerso

30 settembre - 10:00

L'amministrazione comunale ,in una nota, ha ricordato che la temperatura massima interna della casa prevista dalla legge è di 20 gradi centigradi: temperature più basse peggiorano il comfort mentre a ogni grado in più di temperatura interna dell’aria corrisponde, ovviamente, un maggior consumo di combustibile

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato