Contenuto sponsorizzato

Pantaloni sbagliati per gli agenti della Polizia Locale Alta Valsugana? Arriva in Consiglio provinciale un'interrogazione

I pantaloni estivi, secondo il consigliere Claudio Cia, non corrispondo a quanto stabilito dal Regolamento provinciale 

Pubblicato il - 18 luglio 2017 - 13:29

TRENTO. A chiederselo attraverso una interrogazione è il consigliere provinciale di Agire, Claudio Cia, secondo il quale i pantaloni estivi per gli agenti sembrerebbero non corrispondere alle caratteristiche previste dal Regolamento provinciale.

 

Il Decreto del Presidente della provincia 30 aprile 2008, n. 16-123 (Regolamento di esecuzione della legge provinciale 27 giugno 2005, n. 8, "Promozione di un sistema integrato di sicurezza e disciplina della polizia locale"), viene spiegato, descrive in maniera accurata le caratteristiche delle dotazioni del personale di polizia locale. Vengono riportate le caratteristiche dei capi di vestiario che costituiscono le uniformi per i diversi tipi di servizio e al numero 62 sono stabiliti con dovizia di particolari i requisiti che devono ad avere i pantaloni della divisa estiva.
 

Il pantalone deve essere “in tessuto confort con trattamento water proof di colore blu con taglio ergonomico. Sono presenti inserti in tessuto ad alta resistenza (cordura o simile) con trattamento water repellent sulle ginocchia e nella parte della seduta. Il pantalone presenta nella parte davanti due tasche a filetto chiuse da zip di cm 17 ed una tasca a toppa con pattina e soffietto, applicata sulla gamba dx (a capo indossato). Il cinturone, di cm 5 finito, è in un solo pezzo e prevede sui fianchi due inserti di elastico per cm 15 cadauno e 5 passanti distribuiti uniformemente. È prevista un'apertura sul davanti con chiusura lampo composta da pattina rinforzata e contro-pattina in tessuto doppiato. Sul lato destro della cintura sono applicati un gancio metallico ad asola ed un bottone a pressione (parte maschio); mentre sulla parte terminale sinistra della cintura è presente un prolungamento di cm 3,5 con le parti femmine dei due bottoni. La parte femmina del gancio è “nascosta”. Sia il bottone che il gancio devono presentare un adeguato rinforzo all’interno. Il fondo della gamba è arricciato per la presenza di un elastico nell’orlo. Sono inoltre presenti al fondo una zip di cm 17 e, a zip aperta, un soffietto nello stesso tessuto. Nella parte posteriore sono presenti due tasche a filetto con zip di cm 14. Il capo deve essere confezionato con vestibilità differenziata per uomo o donna”.


Con determinazione n. 16 del 09 marzo 2017 del Comandante del Corpo Intercomunale di Polizia Locale Alta Valsugana si è proceduto all'acquisto del vestiario tecnico operativo previsto dal Regolamento provinciale per i 33 agenti in servizio attualmente presso il Comando.

“I pantaloni estivi – ha spiegato il consigliere Cia nell'interrogazione – sembra non presentino le caratteristiche previste dal Regolamento provinciale. Nello specifico sono sprovvisti dei rinforzi su ginocchia e fondoschiena, non hanno la tasca cosciale laterale destra, non hanno la zip sul fondo della caviglia e apparentemente non hanno una vestibilità e conformazione diversa tra uomo e donna e sono realizzati in materiale diverso da quello previsto, quasi si trattasse di un modello "base" ed economico”.

 

A supporto delle proprie affermazioni il consigliere provinciale porta anche delle fotografie.


“Le caratteristiche stabilite dal Regolamento provinciale servono a garantire la qualità e le prestazioni dei materiali forniti agli agenti di Polizia – continua Claudio Cia - e le specifiche caratteristiche tecniche di un capo di vestiario determinano anche un prezzo più elevato rispetto a un capo che ne sia difforme”.

 

Nell'interrogazione Claudio Cia chiede, fra le altre cose, di sapere chi è in capo il controllo sulla correttezza e conformità degli acquisti della Polizia Locale Alta Valsugana, come mai non si è provveduto a far sostituire i capi non conformi e quanto ammonta il prezzo del pantalone. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
24 giugno - 20:07
La Pat ha presentato un piano contro la diffusione del bostrico: l'individuazione precoce degli alberi infestati e il loro immediato abbattimento [...]
Cronaca
24 giugno - 21:27
Il fienile, dove si trovava una famiglia, è stato colpito da un fulmine. Stando alle prime informazioni una bambina di 11 anni sarebbe stata [...]
Cronaca
24 giugno - 17:47
L'assessore Tonina in Terza Commissione: "O si riuscirà a trovare una condivisione trasversale sulla costruzione di un impianto gassificatore, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato