Contenuto sponsorizzato

In Piazza Fiera "Europa in Festa" è un successo, ma intanto i vigili multano, per tre giorni, tutti i furgoni frigo degli esercenti

L'evento dedicato ai sapori e ai prodotti tipici di 16 diversi Paesi ha fatto registrare numeri da record. Roselli (Anva): "Peccato che per tre giorni siamo stati sempre multati. C'è stato un malinteso. Porteremo tutte le sanzioni al Comune per capire cosa fare" 

Di Luca Pianesi - 03 April 2017 - 06:20

TRENTO. Numeri da record e multe da record per l'evento Europa in Festa, la tre giorni di prodotti enogastronomici e prodotti tipici, provenienti da 16 paesi europei e sud americani, che si è tenuta, da venerdì a domenica, in Piazza Fiera, a Trento. I numeri da record si riferiscono ai 40 stand espositivi e al pubblico trentino, che ha risposto "presente" affollando i banchi del cibo (c'era solo l'imbarazzo della scelta: dalle paelle spagnole, ai wurstel tedeschi, passando per le carni alla griglia argentine, ai churrasco brasiliani) e guastandosi le birre (tedesche, ceche, irlandesi, austriache, scozzesi). Di sera in sera, infatti, è stato un crescendo di giovani e famiglie evidentemente soddisfatte della proposta. E anche di giorno la fiera è andata bene con i prodotti artigianali dei vari Paesi a farla da padroni e i dolci, dolcetti ad ingolosire bambini ed adulti

 

Insomma, tutto riuscito? Non proprio. Il cortocircuito s'è creato, infatti, tra esercenti e amministrazione. Meglio: tra esercenti e vigili urbani. "Siamo stati multati tutti i giorni, tre volte su tre - spiega Riccardo Roselli responsabile dell'Anva Nazionale, l'associazione nazionale commercio su aree pubbliche - un assurdo. I nostri rappresentanti locali di Confesercenti avevano parlato con il Comune e c'era stato assicurato che bastava avere i permessi di accesso all'area pedonale per poter lasciare i furgoni frigo dietro la piazza, dove passa l'autobus, per intenderci, a fianco alle mura. Eppure già venerdì sono venuti i vigili a dirci che non potevamo lasciare lì i furgoni. Io gli ho spiegato che se portavamo via le celle frigo potevamo anche chiudere la manifestazione. Ma niente. Ci siamo trovati tutti i mezzi multati. Ogni giorno: venerdì, sabato e domenica".

 

Multe di 86 euro che se pagate a dieci giorni scendono a 60,50 euro. Tutte ben distribuite sui tergicristalli di tutti i furgoni che, è bene specificarlo, non davano nessun fastidio al transito dell'autobus e sono stati per tutti e tre i giorni ordinatamente parcheggiati nello spazio che pensavano fosse stato loro adibito, come accaduto anche nelle passate edizioni. "Devo dire che è stato un peccato - continua Roselli - gli esercenti erano molto dispiaciuti e anche sulle casse sono quelle cose che non fanno piacere. Trento è sempre stata una città ospitale e i trentini hanno risposto alla grande in termine di presenze e partecipazione, a tutta la kermesse. Evidentemente c'è stato un malinteso. I vigili dal canto loro hanno fatto il loro dovere però adesso noi raccoglieremo tutte le multe e oggi le porteremo in Comune per capire cosa succederà. Se le annulleranno, se dovremo fare il ricorso o se non ci resterà che pagare. Speriamo che tutto si risolva in maniera civile".       

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 January - 19:59

Il numero dei pazienti covid scende ancora e si posiziona a 260, ma la notizia incoraggiante sta anche nel forte calo dei decessi che oggi si fermano ad 1 solo caso avvenuto a Mori. Dei nuovi casi positivi, gli asintomatici sono 75 mentre i pauci sintomatici sono 96. Ci sono altri 19 casi di bambini e ragazzi in età scolare che hanno contratto il virus (le classi in quarantena ieri erano 24) e di questi 3 piccoli hanno meno di 5 anni. Gli ultra settantenni invece sono 30

22 January - 18:49

Intervenuto nella conferenza stampa sulla situazione Covid in provincia, il direttore della Prevenzione dell'Apss Antonio Ferro spiega l'errore nella somministrazione a 12 operatori dell'ospedale di Rovereto di una soluzione fisiologica al posto dei vaccini. "Questo dimostra quanto siano importanti i controlli"

22 January - 17:57

Sul fronte della campagna di vaccinazione,  sono stati somministrati 12.866 vaccini, di cui 3.281 ad ospiti di residenze per anziani. Si registrano 19 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato