Contenuto sponsorizzato

Polo espositivo all'ex Italcementi e centro natatorio con doppia piscina. Maggioranza compatta sui futuri progetti. Andreatta: "Lavori a termini in due anni"

La maggioranza in Comune a Trento ha ritrovato l'unità sul futuro dell'area ex Italcementi di Piedicastello. Per il nuovo centro natatorio, sulla piattaforma ma anche sull'ampliamento del lido, il sindaco si è riservato un supplemento di indagine

Pubblicato il - 04 marzo 2017 - 19:07

TRENTO. Si è parlato di polo natatorio e di Trento fiere, dalla mattina fino al primo pomeriggio una non-stop di approfondimento, di confronto e di discussione. Tutta interna alla maggioranza che sostiene il sindaco Alessandro Andreatta.

 

“Eravamo 20 su 23 – dice soddisfatto il sindaco – sono intervenuti quasi tutti i presenti affrontando nel concreto le due questioni su cui la coalizione aveva bisogno di confrontarsi”. Prima però un'introduzione politica tenuta dallo stesso Andreatta.

 

“Ho voluto dire due cose – afferma il sindaco – una riguardante la distanza che ormai separa i cittadini dalla politica. Distanza – spiega – acuita anche dalla crisi economica e opportunisticamente strumentalizzata da alcuni partiti e movimenti, quelli che parlano alla pancia della gente”.

Una comunicazione lontana dal centro-sinistra-autonomista, secondo Andreatta. “Per questo noi partiamo con uno svantaggio – afferma – perché non parliamo alla pancia ma ci sforziamo di argomentare le nostre scelte in modo diverso, per sconfiggere la paura e spesso il rancore che questa distanza porta con sé”.

 

L'appello del capo della coalizione, alla sua maggioranza, è stato quello alla coesione, “del fare squadra, magari evitando la visibilità eccessiva, piuttosto preparandosi rigorosamente. Perché bisogna studiare, dobbiamo essere preparati per dare risposte alla città e per svolgere i ruoli di consigliere, di assessore, di sindaco”.

 

Il dibattito si è poi concentrato sui due temi all'ordine del giorno: piscina e fiera. “Abbiamo detto sì a un impianto che comprende sia la vasca da 25 che quella da 50 metri – spiega Andreatta – da collocare alle Ghiaie dove già sorgono altri impianti sportivi, così da concentrare in quella zona l'area dedicata allo sport della città”.

 

Sulla piattaforma, ma anche sull'ampliamento del lido, il sindaco si è riservato un supplemento di indagine. “Dobbiamo capire due cose: per la piattaforma capire bene i costi. Sembra che la spesa non sia di 2 milioni di euro (in quel caso impossibile da sostenere, ndr) ma di 600 mila euro. In quest'ultimo caso sarebbe possibile intervenire”.

 

“Sul lido -continua il sindaco – è opportuno capire se sarà possibile aumentare lo spazio della piscina di Fogazzaro, anche in previsione del trasferimento dell'ospedale Santa Chiara. Ma sommessamente qualcuno ha parlato anche dell'ampliamento del lido della piscina di Gardolo: dobbiamo ragionarci ancora un po', ma in tempi brevi, questo è certo”.

 

Sul fronte Polo fieristico, l'altro tema spinoso sul tavolo, sembra che ora la maggioranza abbia finalmente trovato una condivisione di intenti dopo le opinioni discordanti che erano state espresse in passato.

Il sindaco conferma l'utilizzo dell'ex Italcementi: “Sarà polifunzionale – spiega Andreatta – perché ci sarà spazio non solo per la dimensione fieristica ormai consolidata ma anche per i giovani, per la musica”.

 

Avrà una capienza di 2.500 persone, “per questo si presta anche a iniziative di tipo culturale e ricreativo”. A fianco di quest'opera saranno però imprescindibili due interventi, quello della passerella che attraverserà l'Adige e un parcheggio di 350 posti.

 

“Un parcheggio che con quello si San Severino che ne conta altri 350 e quello dell'ex Sit da 500, propone un'offerta niente male per chi voglia lasciare la macchina ai margini della città per poi spostarsi a piedi”.

 

“I lavori – assicura il sindaco – saranno portati a termine in due anni”.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 gennaio - 19:33

Sono 256 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 41 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 3 decessi. Sono 13 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

25 gennaio - 19:13

Il tribunale accoglie il ricorso della Filcams, Bassetti e Delai. "I diritti valgono per tutti i lavoratori, anche quelli più deboli. La Provincia, come ente appaltante, avrebbe dovuto pretenderlo: atteggiamento grave e inadeguato di piazza Dante"

25 gennaio - 17:12

E' uno dei ponti più importanti che ci sono al confine tra Lombardia e Trentino. Siamo tra Lodrone e Bagolino e da anni il consigliere Marini chiede risposte alla Pat: ''L’unica realtà tangibile è che il ponte nuovo, ultimato nel 2017 al prezzo di alcuni milioni di euro pubblici, non è mai stato aperto, mentre quello del 1906 che tiene in piedi praticamente tutto il traffico abbisogna di interventi urgenti perché ormai cade a pezzi''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato