Contenuto sponsorizzato

Producevano illegalmente grappa in cantina. Nei guai nonno e nipote

A Pio Dellai, 85 anni, sono stati dati 3 mesi di carcere (pena sospesa) e 3.500 euro di multa mentre per la nipote, 24 anni, la messa alla prova con dei lavori di pubblica utilità che serviranno per estinguere il reato

Pubblicato il - 04 October 2017 - 09:48

TRENTO. Alla fine di gennaio di quest'anno rimasero intossicati mentre distillavano. Andati a processo a Pio Dellai, 85 anni, sono stati dati 3 mesi di carcere (pena sospesa) e 3.500 euro di multa mentre per la nipote, 24 anni, la messa alla prova con dei lavori di pubblica utilità che serviranno per estinguere il reato.

 

Tutto è successo, come già detto, alla fine di gennaio. I due, nonno e nipote, si trovavano in una cantina di Zivignago, frazione di Pergine. Secondo la ricostruzione dei fatti, pare stessero svolgendo la distillazione artigianale di vinacce quando ad un certo punto l'uomo si sentì male perse i sensi. La giovane, anch'essa colpita da un malessere, riuscì però a chiamare i soccorsi.

 

Sul posto arrivò l'elisoccorso e anche i vigili del fuoco che rilevarono tracce di monossido di carbonio probabilmente fuoriuscito dal bruciatore utilizzato dai due per la distillazione. Sul posto arrivarono anche i carabinieri che trovarono i vari utensili utilizzati per la distillazione delle vinacce.

 

Per Pio Dellai e la nipote, dopo essere usciti dall'ospedale sono però iniziati i guai giudiziari. Entrambi sono stati chiamati a rispondere davanti al giudice del reato di fabbricazione clandestina di bevande alcoliche. La violazione riguarda l'articolo 41 del decreto legislativo 504 del 1995 che punisce “chiunque fabbrica clandestinamente alcol o bevande alcoliche”.

 

Ora la vicenda giudiziaria è arrivata alla fine con un patteggiamento che ha visto per l'85enne 3 mesi di carcere (pena sospesa) e il pagamento di una multa mentre per la giovane la messa alla prova.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.58 del 03 Marzo
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 March - 05:01

Nei giorni scorsi ha chiuso il punto vendita Gaudì, uno dei principali negozi di abbigliamento in centro storico a Trento. Ma ci sono anche altre catene, di abbigliamento e arredamento, che potrebbero essere pronte a fare le valige nei prossimi mesi. Massimo Piffer: ''Non dobbiamo abbandonare la piazza, i rapporti umani e i confronti. Abbiamo bisogno di una riprogrammazione urbanistica commerciale''

04 March - 09:15

L'operazione rientra nell'impegno da parte delle forze dell'ordine nel contrasto al consumo di sostanze stupefacenti, da parte dei più giovani

04 March - 09:02

Negli ultimi giorni erano arrivate diverse segnalazioni di giovani, anche minorenni, visti intenti a consumare sostanze stupefacenti al parco

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato