Contenuto sponsorizzato

Pugni in fondo all'autobus. Una ragazza avverte l'autista che li allontana dal mezzo

Il fatto è successo intorno alle 18.15 sulla linea 3 all'altezza di Piazza Dante. L'autobus è stato sostituito per la sanificazione per il sangue rimasto a terra. Un ragazzo soccorso dall'ambulanza

L'ambulanza che è giunta in Piazza Dante per soccorrere uno dei giovani dell'aggressione
Di Luca Pianesi - 02 September 2017 - 19:31

TRENTO. Sono volati pugni pesanti questo pomeriggio in fondo all'autobus numero 3 tanto da doverlo sostituire per il sangue che era rimasto sul pavimento. I fatti si sono svolti intorno alle 18.15 sull'autobus che da Cortesano va a Villazzano 3 all'altezza di Piazza Dante, direzione sud.

 

L'autista arrivato in piazza doveva scendere per il cambio turno quando una ragazza giovane gli è andata incontro e gli ha detto "guardi che in fondo all'autobus si stanno picchiando di brutto". E' stata l'unica a segnalare la cosa mentre gli altri passeggeri scendevano, altri salivano e altri ancora restavano seduti ai loro posti. A prendersi a pugni sei persone, quattro da una parte e due dall'altra, pare dell'est europa. Quanto meno l'uomo che ha riportato le ferite maggiori che sarebbe di origine bosniaca ed è stato soccorso da un'ambulanza chiamata da altri cittadini.

 

Sul posto sono arrivate anche le forze dell'ordine mentre a fermare i sei e a farli scendere dall'autobus c'ha pensato lo stesso autista che dopo il richiamo della giovane è andato in fondo all'autobus e li ha sbattuti giù dal mezzo. Per gli altri utenti è diventato, però, impossibile continuare la corsa con quell'autobus che necessitava di una sanificazione per il sangue a terra. In Piazza Dante, però, Trentino trasporti ha degli autobus di riserva e quindi i passeggeri sono stati fatti salire su un mezzo sostitutivo e la corsa è proseguita. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'8 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 March - 06:26

La storia di un'anziana di Trento. In un primo momento è riuscita ad ottenere la vaccinazione a Borgo ma, in difficoltà nello spostarsi così lontano da casa, ha chiesto l'attivazione, tramite il medico di base, del Servizio della Cure Domiciliari. Simona Sforzin, direttrice alle Cure primarie dell'Azienda sanitaria spiega: ''A Trento la lista di attesa è di circa 200 persone, per la somministrazione di 10 vaccini servono circa 6 ore''

08 March - 20:02

Sono 247  le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 44 in alta intensità. Oggi 4 decessi. Sono 37 i Comuni con almeno un caso di positività

08 March - 19:49

Parlano i legali del giovane che spiegano come dal ritrovamento del corpo della madre abbia cominciato a collaborare e ora ''l'indagato si aggrappa a un sentimento di pentimento disperato, che non chiede né ha aspettative di ricevere pietà dalle vittime''. La procura della Repubblica conferma che proseguono le ricerche del corpo del padre Peter e che si procederà ''all'incidente probatorio, finalizzata all'accertamento della capacità di intendere e di volere dell'indagato al momento del fatto''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato