Contenuto sponsorizzato

Ruba 150 litri di birra artigianale del birrificio Bionoc. L'uomo è stato denunciato e la birra riconsegnata

I proprietari contenti di essere ritornati in possesso del prodotto rubato ora pensano ad una birra commemorativa 

Pubblicato il - 27 August 2017 - 09:36

MEZZANO. Era riuscito a rubare 150 litri di birra ma è stato poi individuato e denunciato dai carabinieri.

Il fatto è accaduto in Primiero e risale al 17 agosto quando un turista, che in precedenza aveva passato un periodo di vacanza nella zona, ha deciso di farsi una scorta di birra senza pagarla.

 

La birra è quella del birrificio “Bionoc” di Mezzano. Durante la notte l'uomo, un 50enne della provincia di Venezia, era riuscito a introdursi nello stabilimento rubando 150 litri di bottiglie e di fusti.

 

Dopo la denuncia dei titolari del birrificio sono iniziate immediatamente le indagini da parte dei carabinieri che sono riusciti, grazie ai video delle telecamere, a individuare l'auto del responsabile e grazie a degli incroci con le presenze turistiche della zona a ritrovare l'autore del furto.

 

L'uomo è stato denunciato e la birra rubata è stata riconsegnata al birrificio per la felicità dei titolari che ora pensano ad una birra commemorativa.     

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 February - 20:31

Sono 205 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 35 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 83 i territori che presentano almeno un nuovo caso di positività

24 February - 21:20
Un appello anche alla Provincia da Anna Conigliaro Michelini. "La legge prevede la sospensione condizionale della pena sia subordinata alla partecipazione di percorsi specifici". Un'azione che, però, ha subito una battuta d'arresto. "Nell’ultimo anno la richiesta è aumentata esponenzialmente, ma paradossalmente la Provincia ha ritenuto di sospenderlo. Sento l’obbligo di dire al presidente Fugatti e all’assessora Segnana che, nelle circostanze che viviamo, ogni ritardo è colpevole e mette a rischio la vita di altre donne"
24 February - 19:30

Il presidente della Provincia di Trento Maurizio Fugatti ha fatto il punto sulla situazione dei vaccini in Trentino. "Il programmo lo facciamo sulla base delle dosi consegnate. Con queste e quelle che si prevedono, nei primi 10 giorni di aprile dovremmo aver finito con gli over80"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato