Contenuto sponsorizzato

Si sente male dopo un litigio, pastore in gravi condizioni al Santa Chiara

Nella serata di ieri il litigio durante il quale il 46enne è stato colpito con un corpo contundente. Questa mattina il malore e il trasporto in elisoccorso in ospedale 

Pubblicato il - 12 settembre 2017 - 16:41

BRENTONICO. Si trova in condizioni gravi all'ospedale di Trento, l'uomo di 46 anni che questa mattina è stato colpito da un malore che lo ha fatto accasciare a terra a malga Susine in località Polsa

 

L'uomo, secondo le prime informazioni, sarebbe stato vittima di una aggressione avvenuta nella serata di ieri. Si tratterebbe di una lite tra due pastori. Uno di questi, il 46enne, avrebbe avuto la peggio, colpito da un corpo contundente. 

 

La causa del litigio sembra sia ascrivibile a futili motivi. I carabinieri su ordine della magistratura stanno ricostruendo gli eventi per verificare l'esatta dinamica di quanto è accaduto per verificare eventuali ipotesi di reato.  

 

L'uomo,  a seguito del malore, sembra sia stato soccorso dallo stesso pastore che lo avrebbe aggredito ieri ma, durante la mattina, le sue condizioni si sono aggravate a tal punto da dove attivare i soccorsi che sono intervenuti con l'elicottero del 118. L'uomo è stato trasportato d'urgenza al Santa Chiara dove si trova in gravi condizioni. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.31 del 13 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 novembre - 19:04

Dopo la storia che abbiamo raccontato di Gianpaolo e Laura sono stati molti i trentini che hanno deciso di offrire il proprio aiuto. Intanto anche oggi hanno trascorso la giornata al freddo. Tra le offerte di aiuto non è mancato anche chi ha deciso di informarsi per pagare una settimana alla coppia in ostello in un B&B dove poter dormire al caldo

13 novembre - 19:56

Il maltempo ha causato sia l’interruzione della fornitura esterna di energia elettrica, necessaria per la trazione dei treni e il funzionamento delle apparecchiature tecnologiche, sia la caduta di alberi sulla linea ferroviaria. Nella giornata odierna si sono registrati non pochi disagi per i viaggiatori, salvo imprevisti la linea dovrebbe essere riattivata nella mattinata di domani

 

13 novembre - 12:44

A esprimere forti perplessità sull'operazione i territori. E arriva la presa di posizione, pubblica, di Simone Santuari, presidente della comunità valle di Cembra a rappresentare anche le preoccupazioni di molti sindaci. Santuari: "Lavoriamo a consolidare il rapporto tra la valle di Cembra e la Rotaliana per cercare di costruire un percorso tra le due Comunità"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato