Contenuto sponsorizzato

Si sente male dopo un litigio, pastore in gravi condizioni al Santa Chiara

Nella serata di ieri il litigio durante il quale il 46enne è stato colpito con un corpo contundente. Questa mattina il malore e il trasporto in elisoccorso in ospedale 

Pubblicato il - 12 settembre 2017 - 16:41

BRENTONICO. Si trova in condizioni gravi all'ospedale di Trento, l'uomo di 46 anni che questa mattina è stato colpito da un malore che lo ha fatto accasciare a terra a malga Susine in località Polsa

 

L'uomo, secondo le prime informazioni, sarebbe stato vittima di una aggressione avvenuta nella serata di ieri. Si tratterebbe di una lite tra due pastori. Uno di questi, il 46enne, avrebbe avuto la peggio, colpito da un corpo contundente. 

 

La causa del litigio sembra sia ascrivibile a futili motivi. I carabinieri su ordine della magistratura stanno ricostruendo gli eventi per verificare l'esatta dinamica di quanto è accaduto per verificare eventuali ipotesi di reato.  

 

L'uomo,  a seguito del malore, sembra sia stato soccorso dallo stesso pastore che lo avrebbe aggredito ieri ma, durante la mattina, le sue condizioni si sono aggravate a tal punto da dove attivare i soccorsi che sono intervenuti con l'elicottero del 118. L'uomo è stato trasportato d'urgenza al Santa Chiara dove si trova in gravi condizioni. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 19:33
Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.422 tamponi, 37 i test risultati positivi per un rapporto che si attesta a 1,53%. Sono 14 i pazienti che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero, nessun si trova in terapia intensiva ma 3 cittadini si trovano in alta intensità. Sono 5.569 i guariti da inizio emergenza e 574 gli attuali positivi
30 settembre - 18:41

Sarà possibile prenotare un appuntamento (dal 2 ottobre anche online) dal proprio medico di famiglia, negli ambulatori o con la formula del drive through. Al via la campagna per vaccinare le fasce a rischio della popolazione, Apss: “La procedura è sicura inoltre chi è vaccinato evita di ammalarsi di influenza e semplifica la diagnosi della malattia da coronavirus

30 settembre - 18:18

La Provincia di Bolzano informa che gli istituti hanno adottato tutte le procedure previste e hanno seguito le indicazioni stabilite dall’Azienda sanitaria per garantire la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato