Contenuto sponsorizzato

Speronamenti e sorpassi al limite in A22. La polizia blocca 33enne ubriaco dopo una lungo inseguimento in auto

Il giovane era alla guida della sua Polo e ha prima saltato un controllo dei carabinieri e poi si è dato alla fuga tra Rovereto e Affi. Poi ha imboccato la direzione nord ed è stato fermato all'altezza di Bolzano Sud da un mega posto posto di blocco della polizia

Pubblicato il - 07 luglio 2017 - 10:53

TRENTO. Ci sono stati speronamenti, manovre al limite, cambi di direzione e sorpassi continui. E' stato un inseguimento davvero per cuori forti quello avvenuto la scorsa mattina alle 3.15 circa lungo l'autostrada del Brennero. La polizia stradale di Trento si è gettata all'inseguimento di un 33enne in stato di ebbrezza che in precedenza aveva forzato un posto di controllo dei carabinieri all'ingresso della stazione autostradale di Rovereto Nord.

 

Allertati immediatamente dai militari dell'Arma e coordinati dal centro operativo autostradale di Trento gli agenti della polizia stradale in servizio di vigilanza si sono precipitati in zona intercettando il veicolo del giovane. Questi si è dato alla fuga ed è quindi cominciato un lungo quanto pericoloso inseguimento con tanto di "corpo a corpo" tra le auto, speronamenti, e sorpassi al limite, dapprima in carreggiata sud tra Rovereto Nord e Affi poi, con cambio di direzione, lungo quella Nord addirittura fino all'altezza della stazione autostradale di Bolzano Sud. Qui, infatti, è stato predisposto un invalicabile posto di blocco realizzato dalla stradale di Vipiteno e dalla questura di Bolzano.

 

Il giovane, che era alla guida di una Volkswagen Polo, una volta fermato, è stato sottoposto ad accertamento ed è risultato in stato di ebbrezza. All'interno della sua auto sono anche state trovate una bottiglia e tre lattine di birra vuota. Ritiratagli la patente è stato deferito all'autorità giudiziaria di Trento per resistenza a pubblico ufficiale e guida in stato di ebbrezza. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'8 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 marzo - 20:02

Sono 247  le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 44 in alta intensità. Oggi 4 decessi. Sono 37 i Comuni con almeno un caso di positività

08 marzo - 19:49

Parlano i legali del giovane che spiegano come dal ritrovamento del corpo della madre abbia cominciato a collaborare e ora ''l'indagato si aggrappa a un sentimento di pentimento disperato, che non chiede né ha aspettative di ricevere pietà dalle vittime''. La procura della Repubblica conferma che proseguono le ricerche del corpo del padre Peter e che si procederà ''all'incidente probatorio, finalizzata all'accertamento della capacità di intendere e di volere dell'indagato al momento del fatto''

08 marzo - 19:50

In occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna la Pat ha organizzato un incontro con tanti interventi: “Non aspettate che un uomo cambi. Gli uomini violenti non cambieranno. Denunciate, non siete sole. Denunciate per la vostra libertà, i vostri figli e la vostra serenità. Non abbiate paura”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato