Contenuto sponsorizzato

Tragedia sulla Presenella, terzo morto: non ce l'ha fatta il ragazzo di 14 anni ricoverato a Trento

Dopo la morte della mamma Raffaella Zanotti anche il figlio più piccolo Cesare Ziboni non ce l'ha fatta. Dimesso il fratello più grande di 21 anni. In condizioni gravissime il padre ricoverato a Brescia

Pubblicato il - 28 agosto 2017 - 19:27

TRENTO. Non ce l'ha fatta il ragazzo di 14 anni che era ricoverato all'Ospedale di Trento dopo il drammatico incidente di domenica avvenuto sull'Adamello. Due le vittime in quota, Raffaella Zanotti e Luciano Bertagna. Sette erano i feriti trasferiti agli ospedali di Brescia, Cles, Bolzano e Trento. E proprio dall'Ospedale di Trento è arrivata l'ennesima terribile notizia.

 

Il ragazzo di 14 anni Cesare Ziboni figlio di Raffaella Zanotti e di Giovanni Ziboni (che invece è ricoverato in gravi condizioni a Brescia) non ce l'ha fatta. Era ricoverato in condizioni gravissime ed era già stato sottoposto ad un intervento chirurgico. Poi la corsa in rianimazione e la speranza appesa a un lumicino che oggi, però, si è tragicamente spento

 

Dimesso, invece, il fratello più grande di Cesare, un giovane di 21 anni che aveva riportato solo delle ferite più lievi ed era stato ricoverato all'Ospedale di Cles. Una famiglia, comunque, distrutta da quell'incidente avvenuto mentre scalavano in cordata la cresta nord ovest della Cima Presanella, a quota 3.500 metri nelle Alpi Retiche. Lo scivolone sul ghiaccio, in questo periodo scivolosissimo per l'assenza di neve, la caduta in una voragine e il dramma avvenuto sulla vedretta Cercen all'altezza della forcella Freshfield. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 febbraio - 12:36

Continua a correre il contagio da Coronavirus in Alto Adige. Sono 350 le persone risultate positive nelle ultime 24 ore. Ancora pesante il bilancio dei decessi. Con gli ultimi 7 il numero di vittime in questa seconda fase sale a 730

26 febbraio - 10:41

E' polemica attorno alla scelta di un liceo di Thiene di dar vita a un "gruppo di confronto e scambio Lgbt". Dopo le richieste di una madre e blogger di bilanciare con "uno spazio su eterosessualità e famiglia tradizionale" è intervenuta anche l'assessora regionale all'Istruzione Elena Donazzan: "Inopportuno e forzato trattare un tema così delicato"

26 febbraio - 11:01

In Trentino Alto Adige la relazione della Dia fa riferimento a soggetti riconducibili alla criminalità mafiosa che mantengono un basso profilo al fine di sviluppare le proprie attività, principalmente incentrate sul reimpiego di capitali in attività lecite. L'’operatività di affiliati alla ‘ndrangheta è emersa in Trentino e in Alto Adige già a partire dagli anni ‘70

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato