Contenuto sponsorizzato

Tre bande di trafficanti di droga (separate ma in collegamento tra loro) sgominate dai carabinieri: fermate 35 persone

I nuclei erano composti uno tutto da italiani, uno da romeni-albanesi-italiani e uno da magrebini-italiani e operavano principalmente nella zona di Trento Nord

Di Luca Pianesi - 23 June 2017 - 06:14

TRENTO. Tre nuclei autonomi ma comunicanti, uno tutto italiano, uno romeno-albanese-italiano e uno magrebino-italiano. Per tutti gli indagati "sussistono gravi e concreti rischi di recidiva specifica - scrive il Gip La Ganga al termine dell'ordinanza di custodia cautelare emessa -. Quasi tutti gli indagati si sono dedicati professionalmente al traffico di droga traendo da esso e solo da esso le fonti dei propri cospicui redditi e molti di essi vantano precedenti specifici. Essi non hanno desistito dalle loro condotte delittuose neppure a seguito dei numerosi interventi di polizia giudiziaria costituiti da arresti e da sequestri di stupefacenti e danaro".

 

Si chiama "Tavoletta" ed è l'operazione portata a termine dai carabinieri del nucleo investigativo provinciale questa mattina. Una mega operazione antidroga conclusasi a soli 20 giorni di distanza da un'altra brillante operazione, denominata Pinocchio, perché partita dal locale di Gardolo "Il Gatto e la Volpe". In quel caso si era assistito al sequestro di grossi quantitativi di droga (40 chili tra cocaina e marijuana) mentre questa volta le sostanze sequestrate sono state inferiori ma la rete smantellata era, se possibile, ancora più ampia e capillare. Alla fine sono stati condotti in carcere ben 24 indagati e 5 sono stati sottoposti alla misura dei domiciliari.

 

Il trait d'union con la precedente operazione è proprio Trento Nord. La droga, infatti, veniva smerciata in diversi locali pubblici di quella zona della città. Un’attività certosina quella condotta dalle forze dell'ordine che ha impegnato per più di un anno i militari del Nucleo Investigativo a smantellare il sodalizio criminale che gestiva lo smercio di hashish, marijuana e cocaina sulla piazza di Trento. Lo stupefacente sequestrato nell’arco dell’attività è di 7 chili di hashish, 5 chili di marijuana e poco meno di 1 chilo di cocaina.

 

L’indagine si è affacciata anche in altre zone d’Italia, tra cui la provincia di Verona (Bussolengo), Bergamo, Pavia e Milano, ove i locali carabinieri hanno operato sotto il coordinamento del reparto operativo di Trento, anche con il supporto dei cinofili dei Laives (Bz). Ed a seguito dell’operazione sono stati spiccati i mandati di cattura internazionale per rintracciare i 5 soggetti che ancora mancano all’appello e per i quali vi è il fondato motivo di ritenere che si trovino nei paesi di origine che sono sia europei che extracomunitari.

 

Nel frattempo, le sinergie investigative del reparto operativo trentino e della compagnia carabinieri di Legnano (Milano) hanno dato l’esito sperato e che ci si aspettava: è stato, infatti, rintracciato anche Sgroi Gianluca, milanese, classe 1991, residente nella bergamasca, per il quale il Gip aveva previsto, nell’ordinanza di custodia cautelare emessa a carico dei 35 soggetti interessati dall’Operazione Tavoletta, la reclusione presso il carcere di Piacenza, ove è stato condotto dall’Arma milanese ieri sera, dopo il rintraccio.

 


 

L’uomo, che era irreperibile, è stato “pizzicato” nell’abitato di Legnano presso l’abitazione della madre. L’uomo risultava deferito dal nucleo investigativo quale compartecipe del sodalizio criminale, avendo fornito appoggio logistico a Osma Saimir quando quest’ultimo si trovava a dimorare nella provincia di Bergamo. Inoltre è stato deferito anche per detenzione illegale di arma da sparo, “commerciando egli in armi” (come recepisce l’Ordinanza del dott. La Ganga), quindi l’attenzione dei militari che hanno operato per la cattura, sulla scorta delle indicazioni dei militari di Trento, è stata massima.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 February - 16:07

Si sono concluse con il ritrovamento di una serie di oggetti, inviati ai Ris di Parma, le ricerche dei sommozzatori del Nucleo speciale dei carabinieri. Nel fiume Adige, però, nessuna traccia di Peter Neumair. Novità importanti emergono intanto dalle indagini

27 February - 16:06

Il governatore veneto ha spiegato che "Il contagio cresce, ed è fondamentale e urgente che ci sia una valida espressione della comunità scientifica circa l'apertura delle scuole"

27 February - 13:30

Ecco cosa dice la bozza del nuovo dpcm che sarà valido fino al 6 aprile. La zona rossa diventa più rossa con la chiusura anche di parrucchieri e barbieri quella bianca sempre più una realtà (dopo il caso della Sardegna) e prevede la riapertura praticamente di tutto (bar, ristoranti, cinema e teatri senza coprifuoco alle 22) eccetto fiere, congressi, discoteche e stadi. Resta il divieto di spostamento tra regioni ma novità per i musei

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato