Contenuto sponsorizzato

Un bollino blu per le aziende che favoriscono l'inserimento lavorativo e sociale dei rifugiati

L'obiettivo è quello di indicare l'impegno concreto delle aziende e il "benvenuto" a favore dell’inserimento professionale dei rifugiati

Pubblicato il - 23 settembre 2017 - 20:24

TRENTO. Una sorta di bollino blu per le aziende che riusciranno a favorire l'inserimento lavorativo e sociale delle persone beneficiarie di protezione internazionale.

Si tratta di “Welcome Working for refugee integration” ed è una iniziativa che può essere adottata anche in Trentino. L’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) ha deciso di avviarla annualmente a partire dal 2017 e ci sarà tempo fino al 31 ottobre del 2017 per le aziende di inviare la propria candidatura.
 

Questo logo speciale, che potrà essere esposto e utilizzato dalle imprese meritevoli nelle proprie attività di comunicazione, indicherà il loro impegno concreto e il "benvenuto" a favore dell’inserimento professionale dei rifugiati. Potranno concorrere a riceverlo le aziende stesse, i loro dipendenti, le associazioni di categoria, i sindacati, le Camere di commercio, gli enti locali e le associazioni o cooperative impegnati nell’assistenza e tutela dei richiedenti e beneficiari di protezione internazionale. 
 

Il riconoscimento sarà assegnato da un apposito comitato alle imprese che si sono distinte per aver effettuato nuove assunzioni di beneficiari di protezione internazionale o comunque avranno favorito il loro concreto inserimento lavorativo e sociale e alle imprese che avranno incoraggiato la nascita di attività di autoimpiego dei beneficiari di protezione internazionale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 12:52

Il consigliere del Movimento 5 Stelle deposita un'interrogazione molto impattante costruita, spiega nello stesso testo, ''su fonti autorevolissime''. E poi chiede anche se la Pat abbia intenzione fare denuncia e avviare un'indagine dopo che è stata data conferma di quanto aveva scoperto il Dolomiti: che il lupo ripescato nell'Avisio aveva zampe e testa recisa

22 novembre - 15:30

La popolazione è quindi ancora invitata a ridurre gli spostamenti e, in ogni caso, a porre particolare attenzione alle condizioni dei luoghi percorsi. Eventuali situazioni di emergenza andranno comunicate al numero 112

22 novembre - 12:48
L'incidente è successo poco dopo le 9, quando Paternoster è stata investita da un veicolo. Secondo le prime informazioni, la ciclista stava pedalando in rotatoria e quindi è arrivata un'auto da via Fornace. Sul posto ambulanza e polizia locale Alto Garda e Ledro
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato