Contenuto sponsorizzato

Un gatto crocifisso infilzato con un chiodo da cantiere. "Satanismo" in Val di Non

A Cloz il macabro ritrovamento. Indagano i carabinieri. Il sindaco: "Sono ragazzate, non c'entra il satanismo, ora cercheremo di capire chi abbia fatto tutto questo""

Pubblicato il - 08 April 2017 - 11:58

VAL DI NON. "Sono ragazzate, spero siano solo ragazzate - afferma il sindaco di Cloz Natale Floretta - ma stiamo cercando di capire". Il satanismo c'entra poco, sembra piuttosto una provocazione macabra e dissacrante, la caricatura delle ritualità degli adepti di Belzebù, se non fosse per la violenza perpetrata su un gatto che è stato 'crocifisso' con un chiodo piantato nella testa.

 

E' successo a Cloz, dove nella notte tra martedì e giovedì, nei pressi del Castello di Sant'Anna, un gatto è stato appeso a una croce con un grosso chiodo da cantiere conficcato nel cranio. A scoprirlo un contadino del luogo che ha avvisato i Carabinieri che ora indagano su quanto successo.

 

Nella stessa notte dal cimitero del paese è stato asportato proprio un crocifisso di legno, ritrovato poi con il gatto appeso, al centro di un cerchio fatto di lumini (presumibilmente asportati dallo stesso cimitero). 

 

"Non credo siano persone di Cloz - dice il sindaco - non credo proprio. Sono più propenso a credere che sia gente di altri paesi, ragazzi che si spostano in giro per tutta la valle". Infatti nella notte successiva si segnala anche un'altro episodio, avvenuto al seminario di Arsio di Brez: alcuni estintori della struttura sono stati azionati provocando alcuni danneggiamenti, senza mettere in atto furti o altro, solo per fare danni. 

 

"Ora i carabinieri stanno indagando - spiega Floretta - e tutti qui cercano di capire. Nessuno crede al satanismo, questo non c'entra niente: si tratta di altro, di giovani che si comportano da str..zi".

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 ottobre - 09:54
La Cgia di Mestre ha elaborato i dati sui lavoratori che non hanno ancora fatto il vaccino contro il Covid-19. La percentuale più alta si registra [...]
Cronaca
23 ottobre - 17:55
L'incendio in un maso a Rio Bianco in Val Sarentino è scoppiato il 10 ottobre, due persone erano finite in ospedale. Ora la decisione di [...]
Cronaca
24 ottobre - 12:53
La presa di posizione dell'Anpi che spiega:  "Molte di queste provocazioni sono attuate da gruppi di chiara matrice neofascista e [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato