Contenuto sponsorizzato

Varchi elettronici della Ztl, città 'blindata', al via il controllo targhe 24 ore su 24 in diciotto punti del centro

Per la sorveglianza della Ztl di Trento è prevista l'installazione di diciotto varchi elettronici, sette dei quali in entrata e undici in uscita: questi possono contare su un apposito sistema di videosorveglianza attivo 24 ore su 24. Le sanzioni amministrative per i trasgressori è di 81 euro più le spese procedurali e di notifica

Pubblicato il - 07 July 2017 - 12:23

TRENTO. Entrano ufficialmente in funzione lunedì 21 agosto le telecamere ai varchi elettronici che rilevano tutti gli accessi irregolari nella zona a traffico limitato. A fine maggio sono stati infatti completati i lavori di installazione degli apparati per il controllo automatizzato degli accessi alla ztl: un sistema di telecamere per la lettura delle targhe.

 

Questo procedimento vede una prima sperimentazione da lunedì 10 luglio, come come prescritto dal decreto ministeriale: un periodo di pre-esercizio di almeno 30 giorni per testare la funzionalità degli apparati, oltre che effettuare la dovuta informazione all'utenza, attraverso il presidio ai varchi da parte del personale della polizia locale.

 

Durante il periodo di prova le immagini acquisite dalle telecamere non sono, infatti, utilizzate per eventuali sanzioni e gli aventi diritto possono provvedere all'adeguamento e regolarizzazione dei permessi di accesso.

 

Come anticipato, il pre-esercizio termina dal 21 agosto, giorno dal quale vengono rilevati tutti gli accessi irregolari, a partire dall'estrapolazione delle immagini 'catturate' fino alla notifica dei verbali di contestazione. Da questa data il personale della polizia locale continua comunque la sua attività di controllo all'interno della zona a traffico limitato al fine di prevenire e reprimere eventuali soste irregolari.

 

Per la sorveglianza della Ztl di Trento è prevista l'installazione di diciotto varchi elettronici, sette dei quali in entrata e undici in uscita: questi possono contare su un apposito sistema di videosorveglianza attivo 24 ore su 24, capace di funzionare con qualsiasi condizione atmosferica e di luce.


Il sistema riesce a catturare le immagini delle targhe dei veicoli non autorizzati, quindi il tutto passa al software per la lettura e i controlli incrociati. La possibile sanzione riguarda i veicoli non autorizzati oppure i transiti avvenuti fuori dagli orari consentiti per tipologia di permesso.

 

L'acquisizione dei dati dei passaggi dei veicoli ai varchi avviene in tempo reale, in quanto ogni immagine è istantaneamente elaborata: la targa viene confrontata nell’apposito database contenente la lista dei veicoli autorizzati, con garanzia del massimo livello di protezione in termini di tutela della privacy e di integrità e correttezza dei dati.

 

Al proprietario del veicolo o altro responsabile in solido (usufruttuario, acquirente con patto di riservato dominio, utilizzatore a titolo di locazione finanziaria) non autorizzato all'ingresso alla zona a traffico limitato, è prevista la contestazione della violazione indicata all'articolo 7 comma 9 e 14 del codice della strada, che stabilisce una sanzione amministrativa pari a 81 euro più le spese procedurali e di notifica (attualmente pari a 14,75 euro). Se il pagamento avviene entro cinque giorni dalla notifica della violazione, l'importo da pagare risulta ridotto del 30% e sarà quindi pari a 56,70 euro più le spese procedurali e di notifica sopra descritte.

 

La sanzione amministrativa pecuniaria viene applicata sia nel caso di accesso senza alcun titolo autorizzatorio, sia per il mancato rispetto delle fasce orarie previste.

 

Dal 4 luglio, Trentino mobilità è subentrata alla polizia locale nel servizio di rilascio dei vari permessi di sosta e di accesso alla Ztl, nonché dei permessi di sosta nelle aree colorate a pagamento e di altre tipologie di autorizzazioni (contrassegno per disabili, medici in visita urgente, zona rilevanza urbanistica).


Obiettivo della società, che da quasi vent'anni gestisce la sosta a pagamento, è quello di fornire un servizio sempre più vicino al cittadino, che porterà, quale innovazione sostanziale, alla possibilità di rinnovo online dei permessi.

 

Dal prossimo autunno l'amministrazione prevede la progressiva introduzione della possibilità del rinnovo online, previa iscrizione degli interessati al relativo sportello online di Trentino mobilità. Le verifiche dei requisiti saranno automatiche, attraverso collegamenti con anagrafe, motorizzazione, catasto e registro imprese.

    Per gli autorizzati all'accesso alla Ztl, già in possesso di regolare autorizzazione e contrassegno, non cambia nulla: le targhe dei veicoli vengono inserite d'ufficio in una 'lista bianca', cosiddetta 'white list', affinché il sistema non rilevi l'accesso.

     

    Per le categorie, autorizzate al transito, quali ad esempio i veicoli per il trasporto di materiali, che non sono in possesso di alcun contrassegno da esporre sul parabrezza, devono obbligatoriamente comunicare la targa da inserire nella 'lista bianca'.

     

    La regolarizzazione dell'accesso, con la comunicazione della targa del veicolo, può essere richiesta all'ufficio permessi del comando di polizia locale Trento Monte Bondone: consegnando la documentazione a mano nella sede di via Maccani oppure inviandola via fax (0461-889109) o posta elettronica (poliziam_permessi@comune.trento.it). 

     

    Gli uffici sono a disposizione dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 13, mentre il modello di domanda con le istruzioni per la compilazione e inoltrare i documenti sono disponibili anche sul sito del Comune.

     

    I criteri per il rilascio dei permessi e le relative tariffe rimangono invariati, mentre per particolari e eccezionali esigenze, gli interessati possono ottenere un permesso provvisorio rivolgendosi al comando di polizia locale o agli agenti dislocati all'esterno della Ztl.

     

     

    Contenuto sponsorizzato
    Telegiornale
    Ultima edizione
    Edizione ore 19.30 del 02 marzo 2021
    Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
    Contenuto sponsorizzato

    Dalla home

    03 March - 05:01

    In Alto Adige l'Azienda sanitaria ha denunciato i partecipanti alla messa in scena dove si consiglia di utilizzare vitamina Ce D, estratti di erbe e si parla di buona respirazione e sana alimentazione mentre si mette tra virgolette la parola vaccini anti Covid. Tra loro anche il dottor Cappelletti. Il presidente dell'Ordine del Trentino: ''Decisamente stupito per una presa di posizione così contraria alle raccomandazioni che la classe medica dovrebbe dare in questa fase. Così si confonde la popolazione''

    02 March - 20:08

    Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicato 1 decesso. Sono 61 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività

    02 March - 19:51

    In Italia il 54% dei contagi è legato alla variante inglese, il 4,3% a quella brasiliana e lo 0,4% a quella sudafricana. A Brescia, per la prima volta, isolata quella nigeriana. L’Iss: “In un contesto in cui la vaccinazione non ha ancora raggiunto coperture sufficienti, la diffusione di mutazioni a maggiore trasmissibilità può avere un impatto rilevante se non vengono adottate misure di mitigazione adeguate”

    Contenuto sponsorizzato
    Contenuto sponsorizzato
    Contenuto sponsorizzato