Contenuto sponsorizzato

Videosorveglianza, scritte in braille e tessuti in Loden, ecco i treni Jazz

Inaugurati oggi alla stazione di Trento i nuovi convogli che saranno operativi sulla linea del Brennero. Rossi: "La mobilità su ferro significa qualità ambientale, comfort, sicurezza e capillarità”. Guarda il video e la fotogallery

Di Luca Andreazza - 21 ottobre 2016 - 17:56

TRENTO. Sul binario la locomotiva, pronta a divorare le distanze nella sua livrea griffata Trentino. La stazione di Trento ha salutato oggi i nuovi treni Jazz, pronti a sfrecciare sulla linea del Brennero. La Provincia ha sottoscritto con Trenitalia un contratto di 9 anni per un investimento di circa 50 milioni di euro e un valore di 180,4 milioni di euro per sei convogli, tre dei quali già operativi e gli altri in arrivo a novembre.

 

I convogli sono i primi del nuovo lotto di ultima generazione destinati a migliorare il comfort e la regolarità del viaggio. I treni Jazz, dotati di video sorveglianza live e scritte braille, abbassano inoltre l'età media della flotta da 26 a 7 anni.

 

 

 

 

“L'età media è la più bassa d'Italia, a livello nazionale siamo sui 20 anni – esordisce Orazio Iacono, direttore della Divisione passeggeri Regionale di Trenitalia –. Un servizio di eccellenza per integrare al meglio il rapporto treno-gomma e migliorare la percezione del trasporto pubblico collettivo. Il contratto di lunga durata (9 anni: 2016-2024 ndr) permette inoltre di pianificare meglio il comparto e diluire l'investimento”.

 

I nuovi treni Jazz pronti a sfrecciare sulla linea del Brennero

I nuovi convogli saranno impiegati fin da subito a regime sulla linea del Brennero. “Ringrazio Trentitalia a nome dei cittadini trentini – interviene il governatore Ugo Rossi - un intervento non solo riservato ai pendolari, ma fruibile anche da parte dei turisti. La mobilità su ferro significa qualità ambientale, comfort, sicurezza e capillarità. In Provincia proponiamo già un servizio ottimo, che può ancora migliorare”.

 

Dopo l'introduzione lo scorso anno dei treni Flirt, la linea del Brennero si arricchisce di questo nuovo materiale rotabile. L'ingresso alle carrozze a livello della banchina facilita la salita dei passeggeri, mentre le pedane retrattili permettono un accesso agevole anche agli utenti a minore capacità motoria. “La Provincia investe sulla mobilità sostenibile – spiega l'assessore Mauro Gilmozzi – ora il 90% della flotta regionale è composto da treni di qualità, mentre nel 2020 l'intero servizio sarà effettuato da treni di questa tipologia, senza dimenticare che i Freccia sono stati raddoppiati. Questa azione non è racchiusa al Trentino; l'intenzione è quello di potenziare tutto l'asse Brennero-Verona, fino a Lienz e Innsbruck”.

 

I treni Jazz hanno rumorosità ridotta e presta maggiore attenzione al trasporto bici: “I posti biciclette sono 24 durante tutto l'arco dell'anno (fino ad oggi le biciclette trasportabili erano 8 ndr), che saliranno nei mesi estivi a 30 – dice Gilmozzi - un passo importante per una migliore integrazione dei mezzi di trasporto, nell'ottica di una mobilità sostenibile. La rotaia è un comparto strategico. L'obiettivo è creare l'infrastruttura per valorizzare le nostre ricchezze e collegare il Garda, le Dolomiti, il Veneto e l'Alto Adige. Oltre al rapporto servizio/prezzo puntiamo alla qualità per velocità, puntualità e ambiente”.

 

I nuovi treni presentano allestimenti interni capienti, le sedute sono caratterizzate dal tessuto 'Loden' per facilitare la pulizia e la manutenzione: “E' necessario essere gelosi custodi dei treni Jazz – ricorda Roberto Andreatta, dirigente del Servizio Trasporti della Provincia – perché sono a servizio e di proprietà della comunità. La livrea è molto bella: interventi di pulizia per atti di vandalismo costano 25 mila euro”.

 

Un treno che potrà raggiungere i 160 km/h, avrà le scritte in braille, schermi informativi luminosi e un'attenzione anche per i più piccoli: “Non solo – conclude Roger Hopfinger, direttore provinciale Trenitalia – sono stati installati delle telecamere live per garantire maggiore sicurezza e prevenzione”.  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.22 del 09 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 05:01

La nuova Giunta della provincia di Trento non ha mai nascosto la sua contrarietà per dei progetti ritenuti troppo ''calati dall'alto'' anche se il calo delle risorse pubbliche impone delle scelte. In Trentino, tra l'altro, ci sono poco quasi 70 Comuni con meno di 1.000 abitanti contro una quindicina in Alto Adige eppure Kompatscher ha scelto (e ottenuto di finanziare) una strada opposta a quella trentina

09 dicembre - 19:38

In una conferenza stampa altisonante, la Lega trentina ha annunciato la sua presenza in piazza in concomitanza con il resto d'Italia per spiegare alla cittadinanza le politiche fiscali del governo giallo-rosso e per dire no a nuove tasse. Peccato che la manovra provinciale finisca proprio per aumentare le imposte (taglio delle esenzioni al pagamento dell'Irpef e dei ticket sanitari per tutti), colpendo i ceti più deboli e favorendo quelli più benestanti

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato