Contenuto sponsorizzato

Violenta frana in Val Daone, distrutti tre edifici

Da una parete rocciosa si sono distaccati circa 100 metri cubi di detriti che sono piovuti a valle. I massi più grossi hanno centrato due fienili e una seconda casa, danneggiandoli gravemente. Nessuna persona coinvolta. LA GALLERY

Di Luca Pianesi - 21 ottobre 2016 - 13:17

DAONE. Un boato pauroso ha rotto il silenzio dell'aba questa mattina in Val Daone. Un lastrone di parete verticale si è, infatti, distaccato facendo precipitare in valle circa 100 metri cubi di materiale roccioso e andando a centrare tre abitazioni per fortuna, al momento, disabitate. A spiegarci tutto il  vice sindaco di Valdaone Severino Nicolini appena uscito da una riunione tecnica proprio per capire cosa è accaduto.

 

"Intorno alle 6.30 un fronte roccioso si è distaccato in zona Ai Ruc - ci racconta - a poco meno di un chilometro da Daone. Il blocco è precipitato verso valle ed è stato, per fortuna, rallentato dal bosco sottostante. Alcune pietre più grosse, però, hanno proseguito la marcia andando a centrare tre strutture: due fienili e un'abitazione da poco ristrutturata. Per fortuna una seconda casa quindi, in quel momento, non abitata. E proprio grazie alla presenza delle case la strada sottostante non è stata travolta. Altrimenti anche la viabilità sarebbe stata completamente compromessa per chissà quanto tempo".

Tre edifici distrutti in Val Daone

 

La strada provinciale 27 e quella comunale, comunque sono state chiuse in via precauzionale almeno finché non sarà messa in sicurezza la parete che ha ceduto. "Già nel pomeriggio i rocciatori si avventureranno sulla parete per verificarne la stabilità - completa Nicolini - e se non ci saranno problemi daremo il via libera ai proprietari degli edifici distrutti per andare a verificare di persona i danni. Al momento, infatti, l'area, per ragioni di sicurezza, resta inaccessibile".  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 novembre - 05:01

Il disegno di legge voluto da Fugatti prevede, per chi ha ricevuto condanne superiori ai 5 anni, l’impossibilità di fare domanda per un alloggio Itea e la rescissione del contratto per coloro che già sono destinatari di un’abitazione, lo stesso principio lo si vorrebbe estendere a tutti i componenti del nucleo famigliare. Dura replica di Ianeselli: “C’è odore di incostituzionalità le famiglie dovrebbero essere aiutate non sbattute sulla strada”

16 novembre - 17:37

E' stata eletta la nuova coordinatrice dell'Unione per gli Universitari. Sul problema degli affitti spiega: "stiamo pensando all'istituzione di uno sportello affitti e ad una piattaforma dove i privati possano registrare le offerte di alloggio, in modo che gli studenti possano più facilmente districarsi nella giungla degli affitti"

17 novembre - 11:42

Cavi dell'alta tensione cadono sull'A22, chiuso il tratto compreso tra lo svincolo per Vipiteno e quello per Bressanone. Lunghe code si stanno formando in entrambe le direzioni. Quasi 50 strade secondarie ancora interrotte 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato