Contenuto sponsorizzato

Salmi e vespri che dalla Spagna fanno Schola

Un prestigioso gruppo vocale domani nella chiesa di San Francesco per il festival di musica antica organizzato dal Centro Feininger e dal Santa Chiara. Versetti del canto gregoriano intervallati alla polifonia per un'esibizione di solennità e impatto nello stile della consolidata manifestazione ad ingresso gratuito

Pubblicato il - 12 ottobre 2017 - 08:02

TRENTO. Sarà la chiesa di San Francesco Saverio a ospitare domani, venerdì 13 ottobre, il secondo concerto della 31ª edizione del Festival “Trento Musicantica”, organizzato dal Centro di eccellenza Laurence K.J. Feininger e dal Centro Servizi Culturali S. Chiara.

 

Il gruppo vocale spagnolo Schola Antiqua diretto da Juan Carlos Asensio eseguirà il Vespro mariano di Tomás Luis de Victoria (1548-1611), affidandone al quartetto La Colombina, formato da Irene Mas Salom (soprano), José Hernández Pastor (alto), Josep Benet (tenore) e Josep Cabré (baritono), le parti solistiche.

 

Il manoscritto 130 della Biblioteca Nazionale Centrale Vittorio Emanuele II di Roma contiene una serie di opere appartenenti alla produzione romana di Tomás Luis de Victoria, preparate per la stampa, nella forma adatta ad essere consegnata al tipografo, con il frontespizio progettato, disegnato e scritto dallo stesso maestro spagnolo, ma queste composizioni non furono mai più stampate e rimasero manoscritte.

  

Si tratta di un’importante collezione di dieci Salmi per Vespri che, abilmente combinati, possono servire per diverse celebrazioni liturgiche. Anche se volutamente semplici nello stile e talvolta composti con una tecnica simile al falsobordone, questi Salmi di De Victoria possiedono un linguaggio efficace ed espressivo e si giovano della grande maestria compositiva dell’eccelso polifonista; fanno inoltre ricorso alla tecnica dell'alternatim, ossia utilizzano versetti in canto gregoriano intervallati ai versetti in polifonia.

 

La versione presentata nel concerto da La Colombina insieme alla Schola Antiqua ricrea liberamente un Vespro della Beata Vergine Maria, intercalando ad ogni Salmo (come avviene nel Vespro monteverdiano) mottetti dello stesso De Victoria che servono da commento meditativo al testo dei Salmi. Le antifone in canto gregoriano che precedono i Salmi e i toni salmodici utilizzati per l’intonazione dei versetti in alternatim derivano da manoscritti e da edizioni contemporanei a De Victoria.

 

Il Vespro è completato da due opere di maestri spagnoli della generazione precedente a De Victoria: Francisco Guerrero e Cristóbal de Morales. Sono i compositori con i quali De Victoria condivide il triumvirato del Siglo de Oro (il Secolo d’oro) della gloriosa polifonia spagnola.  Il concerto avrà inizio alle 21 e il pubblico potrà assistervi gratuitamente.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
15 giugno - 19:54
Dei circa 120.000 trentini di età compresa tra 18 e 40 anni da ieri sera fino al 10 luglio se ne potevano prenotare 25.000. A mezzogiorno erano [...]
Politica
15 giugno - 18:42
Grosselli sulle scuole d’infanzia propone uno “sciopero al contrario”: “Invece di astenersi dal lavoro, nel giorno di sciopero si potrebbe [...]
Cronaca
15 giugno - 16:25
L'uomo ha avuto un malore in acqua ma fortunatamente altri bagnanti si sono accorti dell'accaduto e lo hanno soccorso. Poi è arrivato l'elicottero [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato