Contenuto sponsorizzato

A Londra ci sarà l'altoatesino Dodicianni ad aprire il concerto di Calcutta nell'unica data britannica del tour europeo

L’opening act è stato reso possibile grazie alla rete di collaborazioni che UploadSounds porta avanti da anni allo scopo di offrire opportunità concrete ai giovani talenti musicali euroregionali. Andrea Cavallaro si esibirà su un palco di eccezione come quello dello storico locale londinese, già calcato da importanti nomi della musica mondiale come David Bowie e Oasis

Pubblicato il - 16 novembre 2019 - 16:11

LONDRA. Ci sarà Dodicianni ad aprire l'unica data britannica del tour europeo 2019 di Calcutta all'O2 Shepherd’s Bush Empire. Al secolo Andrea Cavallaro, veneto di origine, altoatesino di adozione, avrà un'occasione unica, davvero straordinaria: esibirsi su uno dei palchi più importanti del mondo un palco di eccezione come quello dello storico locale londinese, già calcato da importanti nomi della musica mondiale come David Bowie e Oasis.

 

L’opening act è stato reso possibile grazie alla rete di collaborazioni che UploadSounds porta avanti da anni allo scopo di offrire opportunità concrete ai giovani talenti musicali euroregionali, per crescere artisticamente e confrontarsi con alcuni dei protagonisti della scena musicale italiana ed internazionale. Ed è così che l'impegno di UploadSounds (la piattaforma musicale dei giovani musicisti trentini, altoatesini e tirolesi ) nel sostegno e nella valorizzazione della musica dell’Euregio è stato nuovamente premiato (www.uploadsounds.eu).

 

L'appuntamento è per domenica 24 novembre. Dodicianni nasce nel 1989 a Rovigo per poi trasferirsi in provincia di Bolzano. Laureato in pianoforte al Conservatorio di Adria, porta avanti da sempre oltre alla passione per la musica anche quella per l’arte contemporanea. Un artista completo e poliedrico, impegnato in ambito musicale e nel campo delle arti performative. Musicalmente, Dodicianni ha all’attivo due produzioni, un Ep dal titolo “Canzoni al Buio”, pubblicato nel 2013, e il disco “Puoi tenerti le chiavi” del 2015. In questo periodo, sta lavorando alla produzione del suo nuovo lavoro discografico, anticipato dal singolo “Verbena” (ascoltabile su www.uploadsounds.eu), la cui uscita è prevista per il 2020.

 

 

Calcutta, invece, lo conoscono tutti ed è lo pseudonimo di Edoardo d’Erme, originario di Latina, è il cantautore simbolo del panorama indie italiano. Dall’uscita di Mainstream, album del 2015, la sua musica ha saputo conquistare una sempre maggiore attenzione da parte del pubblico fino alla definitiva consacrazione con Evergreen, disco del 2018, e dei successivi concerti in grado di riempire lo Stadio Francioni di Latina, sua città natale, e l’Arena di Verona. Successo bissato, in seguito, anche dalla tournée nei palasport del 2019 e dalle numerose date nei più importanti festival estivi.

 

Il suo tour europeo 2019, oltre a toccare Londra il 24 novembre, approderà in Svizzera, con due date tra Zurigo e Lugano, e poi toccare Parigi, Bruxelles, Amsterdam, Berlino, Monaco e, infine, concludersi con le date di Barcellona e Madrid, il 7 ed il 9 dicembre prossimi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 gennaio - 18:12

La truffa, secondo le indagini portate avanti dalla Guardia di Finanza e coordinate dalla Procura di Pisa, sarebbe stata fatta emettendo fatture false per 2,9 milioni di euro in modo da far risultare il prodotto biologico ed europeo quando in realtà era scadente e addizionato con sostanze chimiche 

19 gennaio - 18:49

Due giovani sono entrati all'improvviso in un negozio di via Oss Mazzurana e hanno cominciato a picchiarsi lanciandosi anche qualche scatolone. Poi la fuga

19 gennaio - 16:57

Nelle ultime 24 ore analizzati 3.036 tamponi. Sono stati comunicati altri 5 decessi a causa di Covid-19. Trovati 143 positivi tra tamponi molecolari e test antigenici. Cala il numero delle persone in ospedale, stabile il dato dei pazienti in terapia intensiva

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato