Contenuto sponsorizzato

Rovereto, alla Libreria Arcadia un settembre 'internazionale'. Ospiti importanti e un omaggio a Pina Bausch

Il settembre della Libreria Arcadia è da capogiro. Leonetta Bentivoglio parlerà di Pina Bausch. Jonathan Lee e Madeleine Thien presenteranno le loro opere, a Rovereto direttamente dal Festival della Letteratura di Mantova

Pubblicato il - 01 settembre 2017 - 10:36

ROVERETO. Il settembre della Libreria Arcadia è da capogiro. Una serie di iniziative di spessore, di respiro internazionale, che portano a Rovereto personaggi di rilievo del mondo della cultura e della letteratura. La libreria Arcadia si conferma come punto di riferimento importante per la città.

 

Il 4 settembre alle 19 Pina Bausch: una santa sui pattini a rotelle, con Leonetta Bentivoglio. Questo appuntamento è organizzato in occasione del Festival Oriente Occidente e Bentivolgio, laureata in Filosofia, lavora come critica, saggista e giornalista. E' specialista in danza e teatro, inviata speciale di Repubblica, segue le più importanti manifestazioni musicali e teatrali internazionali, tra cui il Festival di Salisburgo e il Festival di Avignone.

 

Il 6 settembre, sempre alle 19, Jonathan Lee presenta Il tuffo, una storia che parla del conflitto anglo-irlandese e di destini. L'autore vive a New York dove lavora per l’importante rivista letteraria Guernica ed è in Italia per partecipare al Festival di letteratura di Mantova.

Acclamato dalla critica britannica e statunitense, Il tuffo è un romanzo carico di verità e dal ritmo perfetto, che disegna i piccoli drammi e le passioni più intime degli esseri umani contro lo sfondo spietato della Storia. All’incontro sarà presente Martina Testa, traduttrice ed editor.

 

Il 7 settembre, ore 19, alla Libreria Arcadia ci sarà Madeleine Thien, la scrittrice definita "splendida" da Alice Munro. La scrittrice cino-canadese , finalista del Man Booker Prize, vincitrice dei premi letterari più importanti del suo Paese, è l’autrice di uno dei libri dell’anno.

"Riusciamo a presentarla ai nostri lettori - affermano i librai - dopo esser stati ammaliati dalla potenza di un romanzo come “Non dite che non abbiamo niente” che ha al centro i colpi inaspettati che si ricevono dalla vita, i nostri tentativi di resistere agli eventi avversi ed i prezzi che paghiamo per voler rimanere fedeli alle nostre passioni".

L’autrice, in Italia per partecipare al Festival di Letteratura di Mantova, racconta della Cina del dopo Tienanmen in modo impareggiabile, dopo aver raccontato la Cambogia ne “L’eco delle città vuote”.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 25 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 gennaio - 15:53
In media il 16% delle donne in gravidanza ha contratto l’infezione e ha partorito con il Covid, Fiaso: “Una donna incinta su due non è [...]
Cronaca
27 gennaio - 17:07
Sono stati trovati 1.913 positivi a fronte di 12.064 tamponi. Sono stati registrati 2 decessi nelle ultime 24 ore. Altre 7 classi scolastiche in [...]
Cronaca
27 gennaio - 17:16
Il vice commissario Demattè: "I negozianti si sono stupiti quando siamo andati a riferire quello che eravamo riusciti a fare. Ormai le tecniche [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato