Contenuto sponsorizzato

Appuntamenti con la grande musica in val di Non, protagonisti I Virtuosi italiani con ''Stravaganze e follie''

Per sensibilizzare maggiormente al rispetto dell’ambiente, il concerto verrà proposto in un  luogo particolarmente adatto a mettere in relazione l’uomo con l’arte e la natura quale è il parco Pineta

Pubblicato il - 13 agosto 2022 - 18:58

CAVARENO. Arriva "Virtuosismi d'estate", un'iniziativa dei Virtuosi italiani, in collaborazione con il Comune di Cavareno con l’Assessorato alla Cultura che intende coniugare la scoperta delle bellezze naturali e artistiche del suo territorio con la divulgazione della grande musica. L'evento è per lunedì 15 agosto alle 18 al parco Pineta, il secondo appuntamento con il grande repertorio musicale barocco intitolato "Stravaganze e follie".

 

Dopo l’entusiastica accoglienza del primo concerto del 14 luglio, i Virtuosi italiani insieme al loro leader Alberto Martini offriranno al pubblico un altro appuntamento, tra le particolarità di questo concerto c'è sicuramente la location. Per sensibilizzare maggiormente al rispetto dell’ambiente, il concerto verrà proposto in un  luogo particolarmente adatto a mettere in relazione l’uomo con l’arte e la natura quale è il parco Pineta.

 

Il programma musicale, molto accattivante e di impatto emotivo, comprenderà la Sinfonia “Il Coro delle Muse”, i Concerti n. 1 e n. 2  per violino e archi e basso continuo tratti da “ La Stravaganza” di Antonio Vivaldi e sempre del nostro amato “Prete Rosso“ la pirotecnica “Folia” per 2 violini e basso continuo. Arricchiranno il programma il Canone di Pachelbel, la fantasiosa Ouverture de Quixotte di Georg Philipp Telemann, e la IV Invenzione in sol minore per violino e basso continuo del compositore trentino Francesco Antonio Bonporti, apprezzato dal sommo J. S. Bach a tal punto che per molti anni gli furono attribuite alcune sue Invenzioni.

 

A Venezia nel ‘700 (e più generalmente in Italia) esisteva fra i conoscitori di musica il culto del ‘bizzarro’, del deliberatamente strano. Questo tratto ricorre con maggiore frequenza nella musica vocale profana, dove la presenza di un testo letterario può fornire giustificazioni esterne per effetti ricercati, ma informa di sé anche la musica strumentale. Ma proprio nel suo stretto significato etimologico, e cioè quanto «divaga, esce fuori dai limiti, o da determinati limiti, dal comune, dalla consuetudine, dal normale» e, nello specifico, ciò che divaga, che devia, dai sentieri più battuti dal punto di vista musicale. 

 

La “Stravaganza” di Antonio Vivaldi consiste in una raccolta di dodici concerti caratterizzati da una marcata unità stilistica, e da una caratteristica cui Vivaldi fa allusione nel loro titolo collettivo: per l’appunto la Stravaganza dove il compositore  ricorre a modulazioni estranee, nonché a intervalli melodici insoliti.

 

Quanto alla “Follia”, un tema musicale tra i più antichi della musica europea, si tratta di un’antica danza di origine portoghese, dal portamento maestoso e nobile. Musicalmente si componeva di due periodi di otto misure, noti con il nome di Farinelli’s Ground (il ground era una forma di variazione su basso “ostinato” usata dai virginalisti inglesi). La Follia divenne dunque una forma musicale del tipo variazione, come la Ciaccona e la Passacaglia. Frescobaldi, prima, poi Arcangelo Corelli, Bernardo Pasquini e Alessandro Scarlatti scrissero variazioni sulla Follia, l’uno per violino (nell’opera quinta) gli altri due per cembalo. Ma anche Johann Sebastian Bach diede posto alla Follia nella Bauern–Kantate (1742). Insomma, non si contano i compositori che si misurarono con questo che rimane uno fra i temi musicali anonimi più diffusi in Europa, e tra loro anche Antonio Vivaldi.

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 5 ottobre 2022
Telegiornale
05 ott 2022 - ore 21:56
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 ottobre - 19:41
In un solo mese sono più di 150 le persone che si rivolgono al centro di raccolta Tabita per avere un aiuto concreto: “Sono quasi tutti senza [...]
Cronaca
06 ottobre - 19:47
Lo sversamento sarebbe stato causato dal danneggiamento di una vecchia cisterna. Sono in corso le operazioni di bonifica da parte dei vigili del [...]
Politica
06 ottobre - 18:00
Dai costi della materie prime aumentati del 35% alle aree inquinate di Trento nord, Sinistra Italiana lancia l’allerta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato