Contenuto sponsorizzato

Il podcast del Museo storico “prende vita”: fra suoni e canti, “La Macchia Nera” diventa una lettura pubblica

Il primo podcast della Fondazione Museo storico del Trentino, dedicato all’ascesa al potere del fascismo, diventa una lettura pubblica nell’ambito della rassegna Living Memory 2023, organizzata dall’associazione Terra del Fuoco

Pubblicato il - 25 gennaio 2023 - 09:29

TRENTO. “La Macchia Nera. Come il fascismo è arrivato al potere”, primo podcast della Fondazione Museo storico del Trentino (QUI l’articolo), si trasforma in una lettura pubblica. Dalle sei puntate con cui si ripercorre l’ascesa fascista al potere - dal 15 aprile 1919, giorno dell’assalto squadrista alla sede dell’Avanti!, all’estate del 1922, con la presa delle città d’Italia - gli autori della serie hanno tratto uno spettacolo “in scena” nella serata di mercoledì 25 gennaio.

 

L’occasione da cui è nata questa iniziativa è la rassegna Living Memory (QUI il programma), promossa dall’associazione Terra del Fuoco Trentino in collaborazione tra gli altri proprio con il Museo storico. Giunto alla sua terza edizione, questo festival sulla memoria riflette sui temi connessi a cavallo della Giornata dedicata al ricordo della Shoah. Cominciata il giorno 16, la rassegna si chiuderà lo stesso 27 gennaio, dopo incontri aperti a scolaresche e cittadinanza, dibattiti, spettacoli e concerti.

 

È in questo contesto che “La Macchia Nera. Come il fascismo è arrivato al potere”, podcast della Fondazione con lo spunto finale dello storico trentino Francesco Filippi, ha potuto “mutare pelle”, trasformandosi in una lettura pubblica. A prestare le voci saranno Tommaso Baldo, Davide Leveghi e Sara Zanatta, autori della serie, mentre sul momento sarà Denis Pezzato ad accompagnare la lettura con delle sonorizzazioni dal vivo.

 

Nata a qualche mese dal centenario della marcia su Roma, caduto il 28 ottobre del 2022, “La Macchia Nera. Come il fascismo è arrivato al potere” è una serie podcast prodotta interamente dalla Fondazione che racconta fra aneddoti, analisi e spunti più “pop” il percorso che ha portato il fascismo, da piccolo, aggressivo ed elitario movimento di reduci, a divenire una forza di massa in grado di prendere il potere e guidare il Paese per vent’anni - il Dolomiti ne ha parlato nella rubrica "Cos'era il fascismo" (QUI il link).

 

L’approccio al tema, nonostante la concomitanza con l’importante anniversario, non si limitato a un’analisi dei giorni della marcia, evento principe da cui nacque il regime. “La Macchia Nera”, anzi, si ferma proprio “alle porte” dell’ottobre ’22, concentrandosi piuttosto sull’accidentato cammino che portò il fascismo a divenire ciò che fu. Attraverso sfide e ostacoli posti dagli avversari, dall’opinione pubblica e dallo Stato il movimento fondato da Benito Mussolini si dimostrerà duttile e capace di adattarsi al contesto, dando forma a tendenze e atteggiamenti già presenti nella vita del Paese.

 

È questo ciò che emerge, attraverso sei “immagini” evocate dai lettori, sia nel podcast che nella lettura pubblica; l’appuntamento è per mercoledì 25 gennaio alle ore 18 nella sala della Fondazione Caritro in via Garibaldi 33, a Trento. L’ingresso è libero e aperto a tutti.

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
28 gennaio - 20:19
Il vice presidente della Comunità del Garda ha commentato l'andamento dei livelli delle acque del lago dello scorso anno: "Sono state [...]
Politica
28 gennaio - 18:23
La presidente di Itea e candidata presidente della Provincia di Trento per Fratelli d'Italia è stata eletta nella Giunta esecutiva nazionale di [...]
Cronaca
28 gennaio - 18:29
C’è anche una carenza del 18% tra gli assistenti giudiziari: ne mancano 30 su 113 dipendenti. Questa mattina il bilancio [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato