Contenuto sponsorizzato

Dal tango al buio all'esibizione di pole dance (FOTO e VIDEO), la comunità cieca e ipovedente trentina protagonista della Festa di amicizia e varietà

Dal canto alla recitazione, dal ballo alla musica, protagonista la comunità cieca e ipovedente trentina: "L’iniziativa funziona e lo dimostra il fatto che in ogni edizione facciamo sold out: questa è la prova che, se fisicamente e mentalmente si sta bene, il non vedente, supportato quando necessario, può fare tutto"

Foto di Daniele Panato
Pubblicato il - 02 marzo 2024 - 20:10

LAVIS. Grande partecipazione per la Festa di amicizia e varietà, l’evento ormai alla sua diciottesima edizione che, come accade da diversi anni al teatro auditorium della biblioteca di Lavis. Un appuntamento particolarmente importante per la comunità cieca e ipovedente trentina, che sul palco metterà in mostra le proprie abilità nel canto, nella recitazione, nel ballo e nella musica.

 

Nel corso delle ultime settimane infatti i partecipanti, donne e uomini di tutte le età, hanno svolto le prove al Centro musica allo studentato di San Bartolomeo, riunendosi ogni lunedì per imparare le parti (canzoni e altre esibizioni) che hanno poi messo in scena nell'evento finale, organizzato dall’Unione italiana dei ciechi e ipovedentisezione provinciale di Trento, in collaborazione con Avpc (associazione volontariato pro ciechi) di Trento, con l’associazione Musicandove di Lavis e con il patrocinio proprio del Comune di Lavis.

 

L’iniziativa Festa di amicizia e varietà è nata 24 anni fa per l'intuizione vincente di un socio dell’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti trentina, Giuseppe BepiWeiss. Nel corso delle riunioni dell’associazione, infatti, si rese conto che molti dei membri avevano come hobby quello dell’arte, della poesia e della recitazione: decise così di incoraggiare questi talenti, dedicando a queste persone una giornata all’anno in cui dare prova delle rispettive abilità.


(Foto di Daniele Panato)

Il nome dello spettacolo, in un primo momento, fu quello di Festa di amicizia e musica, cambiato poi in varietà una volta capito che le abilità dei partecipanti non riguardavano solo il “settore” musicale. Un appuntamento inizialmente dedicato solo a socie e soci dell’Uici trentina, ma che in un secondo momento ha saputo aprirsi a un pubblico ma anche a una partecipazione decisamente più ampia.

 

Merito, in questo caso, dell’attuale promotore e gestore dell’iniziativa, Walter Faes, che quindici anni fa si è offerto di prendere in mano lo spettacolo nel momento in cui Weiss ha deciso di fare un passo indietro. Oggi, accanto a Faes, ci sono Andrea Trenti (anche lui coordinatore del progetto) e il direttore musicale Mauro Tecchioli.


(Foto di Daniele Panato)

“Anche in questa nuova edizione ci sono state, a supporto dei non vedenti, persone vedenti che le hanno accompagnate nelle attività più complesse, a dimostrazione della grande integrazione e del livello paritario tra questi due mondi”, le parole di Faes. “Ringraziamo il Comune con cui abbiamo instaurato una collaborazione straordinaria. L’iniziativa funziona e lo dimostra il fatto che in ogni edizione facciamo sold out: questa è la prova che, se fisicamente e mentalmente si sta bene, il non vedente, supportato quando necessario, può fare tutto”.

(Video di Daniele Panato

 

Proprio dal nuovo “coordinatore” del progetto è arrivata l’idea di portare quest’ultimo all'esterno delle strutture dell’associazione. Un passo importante, per coinvolgere in modo più ampio non solo soggetti non vedenti e ipovedenti, ma anche coloro che vedono e che hanno ugualmente voglia di mettersi in gioco.


(Foto di Daniele Panato)

"Dopo una decina di edizioni, Weiss ha deciso di fare un passo indietro e allora sono subentrato spinto dall’entusiasmo e dalla possibilità di ampliare lo spettacolo",  aggiunge Faes. “L’idea era quella di far sì che anche i normo-vedenti potessero apprezzare tutto ciò che i nostri soci e socie sono in grado di fare: cose emozionanti e bellissime".


(Foto di Daniele Panato)

Obiettivo fondamentale e principale alla base di questo evento è quello di trasmettere un messaggio: le persone non vedenti, seppur affiancate da persone vedenti quando e se necessario, possono fare tutto. Questo grazie allo sviluppo maggiore degli altri sensi, per esempio, ma anche alla passione e dedizione messa nella realizzazione di iniziative che, come nel caso della Festa di amicizia e varietà, mirano a sensibilizzare, educare e coinvolgere il pubblico, offrendo a quest’ultimo un punto di vista nuovo. Tutto in un clima dove divertimento e serietà sanno incastrarsi perfettamente.


(Foto di Daniele Panato)

Saliranno sul palco, in veste di cantanti, otto partecipanti: Giorgia Marcellino, Claudio Forti, Bruno Giovanela, Gigi Toigo, Gianni Postinghel, Giorgia Pizzini, Jessica Toigo e Jennifer Pizzini. Al piano Alberto Armanini, mentre alla tastiera Umbertino. Inoltre, Monica Bancaro ha eseguito un’esibizione di pole dance. Alla conduzione della serata la presentatrice Roberta Kerschbaumer. Come prima esibizione, tutti i cantanti hanno reso omaggio a Toto Cotugno eseguendo L’italiano, mentre l’ultimo momento è stato dedicato a un tango al buio con “ballando con i sensi”.

 

L’orchestra è composta da sette elementi: Mauro Tecchioli (pianoforte), Ivan Nichelatti (tastiere), Simone Vanin (violino), Giovanni Vangi (basso), Walter Faes (batteria), Andrea Trenti (chitarra) e Michele Pizzini (percussioni).

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
16 aprile - 06:01
La bufera dopo il post (poi rimosso) del Consigliere comunale a Rovereto: "L'Iran dovrebbe radere al suolo Israele". Dal commento a mettere nel [...]
Cronaca
15 aprile - 20:37
Una missione umanitaria del Ministero della Difesa e della Marina Militare che si è avvalsa della collaborazione della Fondazione Rava per [...]
altra montagna
15 aprile - 13:55
Il 25 maggio a Jesolo si potranno indossare sci, scarponi e casco per scendere su una pista lunga oltre 30 metri e fatta interamente di plastica [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato