Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, i sindacati: ''La Giunta deve premiare anche l’impegno dei lavoratori socialmente utili, non si sono mai tirati indietro in questa emergenza''

Nei giorni scorsi i sindacati hanno scritto all’assessore Achille Spinelli chiedendo che venga adottata una decisione che va in questa direzione. Zabbeni, Bastiani e Giaimo: "Oltre 200 dipendenti di Progettone e Intervento 19 hanno lavorato in ambito sanitario e Rsa durante l’emergenza a supporto del personale in prima linea"

Pubblicato il - 02 giugno 2020 - 22:04

TRENTO. "Oltre 200 dipendenti di Progettone e Intervento 19 hanno lavorato in ambito sanitario e Rsa durante l’emergenza coronavirus a supporto del personale in prima linea", queste le parole di Maurizio Zabbeni (Flai Cgil), Fulvio Bastiani (Fai Cisl) e Fulvio Giaimo (Uila Uil), che aggiungono: "La Provincia deve trovare un premio anche per queste lavoratrici e questi lavoratori".

 

Nei giorni scorsi i sindacati hanno scritto all’assessore Achille Spinelli chiedendo che venga adottata una decisione che va in questa direzione. "Se la Giunta, come ha dichiarato, intende estendere la seconda tranche del premio sanità anche a tutti i lavoratori e le lavoratrici che durante l’emergenza coronavirus hanno prestato il loro impegno nella filiera sanitaria - proseguono i sindacati - allora è giusto includere in quel riconoscimento anche gli addetti del Progettone e dell’Intervento 19 che a vario titolo di sono spesi in quei giorni, supportando con il loro lavoro chi era in prima linea a combattere contro il virus”.

 

Normalmente sono circa 500 i lavoratori e le lavoratrici del Progettone e Intervento 19. Durante la pandemia sono stati circa la metà gli addetti in servizio che hanno operato nell’ambito del perimetro sanitario e nelle Rsa. Si sono occupati di attività di supporto all’interno degli ospedali e delle case di riposo con mansioni amministrative e pratiche come l’approntamento degli spazi e la gestione non sanitaria dei pazienti.

 

"I lavoratori non si sono mai tirati indietro, e sono stati coinvolti anche in situazioni di contagio. Per questa ragione riteniamo giusto che si riconosca anche il loro ruolo sociale in questa emergenza e arrivi anche a loro il premio previsto dall’esecutivo”, concludono Zabbeni, Bastiani e Giaimo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 15:44

Oltre ai dettagli, riferiti dallo stesso medico veterinario ai militari del Cites, su come M49 abbia più volte tentato di scagliarsi contro la recinzione, M57 ripeta dei movimenti ritmati, Dj3 non si nutra per paura degli altri due esemplari, ecco cosa hanno riportato i carabinieri nella loro relazione: ''Si è ritenuto necessario ricorrere alla somministrazione quotidiana di integratore a base di acido gamma amminobutirrico, con effetto inibitorio del sistema nervoso centrale, per prevenire e controllare lo stato di stress di M49 (..) e M57''

01 ottobre - 16:34

Dopo l'individuazione di un focolaio nel settore delle carni a Chiusa e i tanti casi trovati nelle scuole (con successive chiusure e quarantene di studenti e personale), l'Alto Adige registra un nuovo focolaio in un'azienda di lavorazione dell'alluminio a Bressanone. 25 i contagiati. L'azienda: "Contagi avvenuti in ambienti privati e nel carpooling"

01 ottobre - 15:22

Maltempo in arrivo su tutto il territorio altoatesino, in particolare sulla parte occidentale. Tutte le strutture di pronto intervento sono state preallertate e la popolazione invitate a evitare gli spostamenti innecessari. Piogge abbondanti e forti raffiche di vento dovrebbero durare fino a sabato

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato