Contenuto sponsorizzato

E' Andrea Grosselli il nuovo segretario generale della Cgil. Succede al candidato sindaco Franco Ianeselli

I delegati e le delegate hanno anche eletto anche il nuovo componete della segreteria confederale, Maurizio Zabbeni, segretario generale della Flai. All’assemblea ha partecipato Nino Baseotto della segreteria della Cgil nazionale

Pubblicato il - 21 febbraio 2020 - 15:50

TRENTO. E' Andrea Grosselli il nuovo segretario generale della Cgil del Trentino. E' stato eletto con il 91,9% dei consensi: 79 sì, 4 contrari, 1 astenuto e 2 schede bianche. Il 47enne raccoglie il testimone da Franco Ianeselli, che si è dimesso per accettare l'investitura a candidato sindaco per Trento e rappresentare il centrosinistra e Patt alle elezioni del prossimo maggio.

 

I delegati e le delegate hanno anche eletto anche il nuovo componete della segreteria confederale, Maurizio Zabbeni, segretario generale della Flai. All’assemblea ha partecipato Nino Baseotto della segreteria della Cgil nazionale.

 

Nato a Rovereto, Grosselli, vive da sempre a Trento dove per molti anni ha abitato nel quartiere popolare di Madonna Bianca. Dopo aver frequentato le scuole medie all’istituto Arcivescovile, ha conseguito la maturità classica al Liceo Prati dove è stato rappresentante degli studenti.

 

Laureato in lettere moderne nel capoluogo, durante gli anni dell’università, ha fatto volontariato alla cooperativa Progetto 92 e ha svolto il servizio civile al comune di Sernaglia della Battaglia in provincia di Treviso. E' stato inoltre presidente dell’Asut, associazione studenti universitari di Trento.

 

Fino al 2005 ha lavorato all’ufficio di gabinetto del Comune di Trento con il sindaco Alberto Pacher. Dopo essersi dimesso, ha avviato collaborazioni giornalistiche con alcune testate locali.

 

Assunto il ruolo di responsabile di Nidil Cgil, il sindacato degli atipici, dei collaboratori e delle partite Iva, nel 2006 è diventato responsabile della comunicazione del sindacato di via dei Muredei, ruolo che ha svolto per nove anni. Nel 2014 e poi nel 2015 è stato chiamato da Paolo Burli e da Franco Ianeselli in segreteria confederale, nella quale ha ricoperto l’incarico di responsabile del welfare, della previdenza, del mercato del lavoro, ruolo che ha svolto fino ad oggi.

 

Attualmente rappresenta la Cgil nel consiglio di amministrazione di Agenzia del lavoro, nella Commissione provinciale per l’impiego, nel Comitato regionale Inps, nel Comitato regionale per la previdenza, nel cda di Laborfonds, nel comitato di sorveglianza per il fondo sociale europeo.

 

Per Cgil, Cisl e Uil fa parte del comitato di programmazione sociale della Pat e del comitato Icef. E’ vicepresidente di Fondimpresa, il fondo interprofessionale per il supporto alla formazione continua, e presidente del Fondo di solidarietà del Trentino, un fondo nato per garantire le integrazioni salariali anche dei dipendenti delle piccole e micro imprese.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 ottobre - 04:01

Lo studio esclusivo condotto da 4 università (fra cui Trento) e dal Policlinico San Matteo di Pavia mostra cosa accadrà se le misure dell’ultimo Dpcm non dovessero frenare i contagi: “La crescita esponenziale dei positivi trascinerà con sé quella delle terapie intensive e dei decessi, le strutture sanitarie saranno messe in ginocchio

28 ottobre - 20:06

Il Partito democratico: "Quello che ci dispiace è che in un momento così delicato come quello che stiamo attraversando Fugatti agisca in modo propagandistico invece che responsabile". I sindacati: "L'aspetto più grave è che saranno le imprese e i lavoratori a pagare le conseguenze di questa situazione di totale indeterminatezza"

28 ottobre - 20:47

La serrata francese scatta da giovedì 29 ottobre al 1 dicembre. Solo oggi sono stati registrati 36.437 nuovi casi e 244 decessi. Forte crescita dei contagi anche in Germania, un mese di "lockdown soft"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato