Contenuto sponsorizzato

Lavoro digitale: le opzioni sono più numerose di quanto si creda

Dalla tecnofinanza all'ecommerce. Tante e nuove professioni nascono nel web, ma anche le professioni tradizionali e senza tempo come il commercialista e l’avvocato trovano qui nuovi sbocchi, spesso invece preclusi da altri canali

Pubblicato il - 02 aprile 2020 - 14:50

TRENTO. Internet è una miniera di lavori, ma secondo l’OCSE (Skills Outlook Scoreboard 2019) in Italia lo abbiamo compreso ben poco. Se la "quarta rivoluzione industriale" comporta, anche in Italia, l’automazione di svariate mansioni prima possibili solo a un essere umano, allo stesso tempo l’Industria 4.0 ha aperto la strada a nuove opportunità. La soluzione alla disoccupazione, quindi, c’è e si chiama formazione ed è quello che prova a fare il Ministero del lavoro in collaborazione con Unioncamere e Google attraverso il progetto “Crescere in Digitale”, rivolto principalmente alla fascia delle nuove generazioni intenzionate a modellare il proprio futuro grazie a un lavoro basato sul digitale. Per chi si avvicina per la prima volta all’idea dello svolgere un lavoro di questo tipo, ovviamente potrebbe essere un po’ confuso, ecco quindi alcuni esempi di lavori digitali possibili che ben aiutano a comprendere cosa significa lavoro digitale e cosa nello specifico si può fare.

La tecnofinanza

Il settore finanziario e bancario è profondamente cambiato negli ultimi anni e continua a evolversi a ritmi consistenti: basti pensare il ruolo dei consulenti finanziari delle banche sempre più impegnati con i clienti in un rapporto a distanza che fa uso della connessione Internet e delle nuove tecnologie audiovisuali. Non solo consulenza: la tecnologizzazione della finanza (tecnofinanza) ha spalancato oltremodo i confini del settore e qui il lavoro digitale ha molte proposte da offrire. Si pensi ad esempio al trading sul forex, cioè il mercato internazionale delle valute straniere che per molte persone è diventata una nuova professione, in forza del facile accesso delle risorse informative online e grazie agli account demo gratuiti sui quali testare le nozioni appena apprese.

 

 

E-commerce

Il digitale significa anche vendite: gestire un negozio elettronico, o meglio digitale, è ben più impegnativo della gestione di un negozio "fisico" e ne sanno qualcosa i grandi marketplace che intorno all’e-commerce hanno costruito imprese che contano migliaia di posti di lavoro. Un negozio digitale ha bisogno, infatti, di numerose figure professionali che vanno dallo sviluppatore di software, all’ingegnere informatico, esperti di marketing web, esperti di grafica web, esperti nell’analisi dei dati e molte altre figure professionali non necessariamente “innovative”, come leggeremo nel prossimo paragrafo.

Le professioni classiche diventano digitali

Tante e nuove professioni nascono nel web, ma anche le professioni tradizionali e senza tempo come il commercialista e l’avvocato trovano qui nuovi sbocchi, spesso invece preclusi da altri canali. Un esempio è Fiscozen, piccola impresa digitale formata da commercialisti al servizio di professionisti e imprese digitali. Possiamo considerarli i commercialisti digitali al tempo delle professioni digitali. Un avvocato che si occupa anche di questioni legate all'online, invece, oltre a conoscere la sua materia, è un esperto conoscitore di come funziona un e-commerce e il marketing online, perché i suoi clienti provengono da questi settori.

 

Il lavoro digitale non esclude il lavoro nel mondo fisico e un negozio online ne è l’esempio più concreto. Se il mondo digitale non sarà necessariamente il nostro lavoro futuro, tenere anche solo presente l’interazione della realtà fisica con il digitale potrebbe essere utile ad espandere le possibilità della nostra attività lavorativa e la sua durata nel tempo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 maggio - 18:20

Il Trentino si porta così complessivamente a 5.429 casi, mentre resta a 466 decessi da inizio epidemia. I tamponi analizzati sono stati 1.556 per un rapporto contagi/tampone che si attesta a 0,39%. Ancora 3 i pazienti in terapia intensiva a Rovereto

29 maggio - 15:12

I fatti sono successi poco dopo le 13.30 e la dinamica di quanto accaduto è ancora al vaglio degli inquirenti. La donna è finita al Santa Chiara trasportata con l'elicottero in codice rosso

29 maggio - 15:21

Le direttive sull'uso della mascherina non cambiano. Se in Veneto il governatore Zaia ha alleggerito gli obblighi, Fugatti spiega che in Trentino serve attendere un'ulteriore stabilizzazione del contagio. Sono quasi 84 mila gli stanziamenti ulteriori che la Pat ha fatto all'Opera Universitaria per le borse di studio 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato