Contenuto sponsorizzato

Europee Trento, la Lega doppia il Pd. Svp davanti a Movimento 5 stelle

In provincia di Trento iniziano a prendere forma le elezioni europee, quando sono state scrutinate 204 sezioni su 529

Di L.A. - 27 maggio 2019 - 04:09

TRENTO. In provincia di Trento iniziano a prendere forma le elezioni europee, quando sono state scrutinate 204 sezioni su 529

 

La Lega è la prima forza politica e doppia il Partito democratico: 42,71% a 20,71%.

 

L'Svp è in terza piazza a 8,52% davanti al Movimento 5 stelle fermo al 7,90%.

 

Ecco poi Forza Italia al 5,57% che precede Fratelli d'Italia al 5%.

 

Europa Verde al 3,26% precede +Europa al 2,52% e La Sinistra a 1,14%.

 

Spazio quindi a Popolari per l'Italia allo 0,58%. Via via Partito animalista, partito comunista e CasaPound-Destre unite.

 

E ancora Popolo della famiglia, partito Pirata, Forza Nuova e Movimento politico pensiero azione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 11:03

Dopo l'uscita piuttosto pesante del presidente della Lega trentina sull'Svp che si allea a Bolzano con il centrosinistra, il consigliere provinciale di Alto Adige Autonomia Carlo Vettori ha consegnato in Consiglio regionale un'interrogazione, beccandosi gli insulti di Alessandro Savoi. "Finché fa il giullare in Consiglio provinciale a Trento non c'è problema, ma non si metta il becco nelle questioni altoatesine"

30 settembre - 05:01

Ieri l'incontro in Quinta Commissione provinciale tra i rappresentanti del Consiglio del sistema educativo e il direttore del dipartimento prevenzione dell'Apss. Sul tavolo anche le questioni sollevate da il Dolomiti sui tempi che si allungano per sapere l'esito dei tamponi per gli studenti (e si traducono in lunghi isolamenti anche per i genitori) e i test antigenici. Ecco cosa è emerso

30 settembre - 10:00

L'amministrazione comunale ,in una nota, ha ricordato che la temperatura massima interna della casa prevista dalla legge è di 20 gradi centigradi: temperature più basse peggiorano il comfort mentre a ogni grado in più di temperatura interna dell’aria corrisponde, ovviamente, un maggior consumo di combustibile

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato