Contenuto sponsorizzato

Il centrosinistra verso le provinciali del 2023: ''Le porte sono sempre aperte al Patt''. Si allontano le primarie ma ''la scelta sarà entro l'anno: farà sintesi del progetto''

Il centrosinistra si è riunito per delineare le azioni in vista delle elezioni provinciali del 2023. Lucia Maestri (Pd): "Avviato un progetto per costruire un Trentino diverso ripercorrendo gli schemi sviluppati con successo a Trento e Rovereto". Michael Rech (Campobase): "Una coalizione che guarda con responsabilità e serietà alle necessità delle comunità"

Di Luca Andreazza - 01 luglio 2022 - 21:37

TRENTO. "E' iniziato un percorso, un avvio molto costruttivo in cui si è iniziato a delineare il progetto per i prossimi appuntamenti elettorali". Questo il commento di Lucia Maestri, segretaria del Partito democratico, a margine del vertice in casa centrosinistra. "Queste forze politiche sono una base di partenza di una coalizione che deve essere allargata per accogliere la società civile, il mondo del volontariato e i tessuti delle comunità".

 

La corsa del centrosinistra verso le provinciali del 2023 è stata lanciata a Mezzomonte di Sopra di Folgaria: i dem (oltre alla segretaria, presenti Sara Ferrari e Minella Chilà) si sono seduti al tavolo con Campobase (Michael Rech, Francesco Valduga, Chiara Maule e Paolo Piccoli), Futura (Federico Zappini, Claudia Merighi e Nicola Serra), Sinistra Italiana (Jacopo Zannini e Renata Attolini), Azione (Mario Raffaelli e Andrea Cavazzani), Europa Verde (Andreas Fernandez e Marco Boato), +Europa (Alexander Schuster e Antonio Bozza), Italia Viva (Donatella Conzatti, Andrea Robol e Fabio Pipinato), Socialisti Psi (Nicola Zoller).

 

"E' stato avviato un progetto - aggiunge Maestri - per costruire un Trentino diverso ripercorrendo gli schemi sviluppati con successo a Trento e Rovereto. Sono tante le sfide da affrontare come sanità, transizione ecologica e lavoro ma questi sono solo alcuni dei temi toccati e nei prossimi incontri si andrà più nel dettaglio delle azioni programmatiche per costruire una proposta seria e responsabile, così come nell'individuare entro l'anno il candidato o la candidata presidente". 

 

Assente, come annunciato negli scorsi giorni, il Patt. "Rispettiamo il loro percorso e le riflessioni interne - commenta Maestri - le porte restano aperte. Questo è abbiamo avviato è un percorso nuovo ma con fondamenta solide, si parte dal buon governo di quelle amministrazioni, come Trento e Rovereto, che ci vede uniti con le Stelle alpine".

 

Nelle prossime settimane si entrerà nel vivo per costruire la coalizione per sfidare il centrodestra. "C'è stata una particolare compattezza per iniziare a costruire questo viaggio. E' una partita che riguarda il Trentino - dice Michael Rech, coordinatore provinciale di Campobase - perché il tema non è vincere le elezioni ma portare gli interessi delle comunità e governare con senso di responsabilità con una politica seria, coerente, trasparente e concreta. E' fondamentale ripristinare un dialogo concreto con i trentini e garantire la tenuta finanziaria e istituzionale del territorio".

 

Si allontanano, almeno per il momento, le primarie. "La discussione dei contenuti è fondamentale per costruire una candidatura forte, una figura capace di fare sintesi con pragmatismo. In questo momento emerge la possibilità di intraprendere un percorso di concertazione e di assunzione di responsabilità delle forze politiche per trovare un leader che provenga dall'esperienza politica, una persona con alle spalle un bagaglio maturato sul campo", conclude Rech.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 13 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
14 agosto - 17:30
Ammonta a quasi mezzo milione il debito ancora da saldare al soccorso alpino: dal 2020 a oggi l’Ulss 1 Dolomiti ha emesso ben 769 fatture per un [...]
Cronaca
14 agosto - 16:35
Era caduta nel crepaccio ieri ed oggi i vigili del fuoco sono intervenuti chiedendo il supporto dell'elicottero Drago 59 del reparto volo di Venezia
Montagna
14 agosto - 14:50
L’orso era stato curato al Casteller a causa di un investimento, a giugno invece era stato reimmesso in natura e ha mantenuto un comportamento [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato