Contenuto sponsorizzato

Lago di Tovel, ci sono 10 milioni per la messa in sicurezza della strada. L'Apt: ''L'accesso invernale è fondamentale: ogni euro investito genera 13,5 euro di indotto''

La Provincia ha confermato in queste ore che è riuscita a reperire i finanziamenti nazionale per attuare il progetto di sistemazione della strada del lago di Tovel. Il presidente dell'Apt val di Non: "L’auspicio è quello che i lavori partano senza intoppi e che si portino a traino anche gli investimenti del piano strategico dei Comuni, ancora fermo purtroppo"

Foto Archivio Pnab - Luciano Bertol
Di L.A. - 09 settembre 2022 - 19:36

VILLE D'ANAUNIA. Circa 10 milioni per sistemare e mettere in sicurezza la strada del lago di Tovel in val di Non. "Un'opera attesa dalla comunità e utile - dice Maurizio Fugatti, presidente della Provincia - per assicurare l'accessibilità di un luogo di grande pregio paesaggistico e di richiamo in Trentino". 

 

La Provincia ha confermato in queste ore che è riuscita a reperire i finanziamenti nazionale per attuare il progetto di sistemazione della strada provinciale 14 del lago di Tovel. Una via di comunicazione caratterizzata da condizioni di rischio caduta massi che causano in alcune parti dell'anno la chiusura della viabilità con limitazioni ai frequentatori dell'area e alle attività economiche.

 

L’intervento, spiega Fugatti, dall’impegno finanziario stimato in 10 milioni di euro può quindi essere coperto con i fondi statali per la tutela del rischio idrogeologico. "La progettazione - aggiunge il presidente della Pat - è in corso da parte degli uffici provinciali. Nel corso del secondo semestre 2023 si potrebbero vedere i primi lavori iniziati".

 

L’opera sarà modulare, con interventi per le diverse parti di tracciato, a seconda di quanto richiesto per la messa in sicurezza: barriere paramassi, nuove o da sostituire, e tratti in galleria artificiale.

 

"La dichiarazione da parte della Pat di aver trovato i fondi per la messa in sicurezza della strada di Tovel è una bella notizia per tutto il turismo noneso", commenta Lorenzo Paoli, presidente dell'Azienda per il turismo val di Non. "Il tema dell’accesso invernale al lago è, infatti, una questione che da anni interessa in primis gli operatori della zona ma in generale tutto il turismo dell'ambito".

 

L'Apt è quindi soddisfatta per quanto annunciato dalla Provincia. "Ogni euro investito nel turismo produce in val di Non circa 13,5 euro di indotto, secondo uno studio che abbiamo presentato all’ultima assemblea dei soci. L’auspicio è comunque quello che i lavori partano senza intoppi e che si portino a traino anche gli investimenti del piano strategico dei Comuni, ancora fermo purtroppo del quale il turismo noneso ha bisogno per svilupparsi", conclude Paoli.

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 30 settembre 2022
Telegiornale
30 set 2022 - ore 22:49
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
01 ottobre - 19:46
La manifestazione si è svolta in piazza Mazzini a sostegno delle donne iraniane, contro la morte della 22enne curda Mahsa Amini. [...]
Politica
01 ottobre - 18:45
Dopo il brutto risultato della Lega anche in Trentino, più che doppiata da Fratelli d'Italia, si sono aperte delle crepe nella maggioranza di [...]
Società
01 ottobre - 17:30
Si va dalle certezze, come il San Leonardo e si arriva alle novità ''a partire da Revì che si trova in compagnia con diverse cantine da [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato