Contenuto sponsorizzato

Italobus porta i suoi viaggiatori sulla neve. Si potranno raggiungere diverse località sciistiche

L'obiettivo è quello di rilanciare l’intermodalità rotaia-gomma

Pubblicato il - 04 December 2017 - 12:57

TRENTO. Raggiungere la montagna comodamente seduti in autobus. Italo torna anche quest'anno a portare i suoi viaggiatori sulla neve. Dopo il grande successo della passata stagione, NTV rilancia l’intermodalità rotaia-gomma: oltre a raggiungere Canazei e la Val di Fassa dalla stazione di Verona Porta Nuova, quest’anno tutti i viaggiatori di Italo, grazie al servizio Italobus, potranno raggiungere Courmayeur dalla stazione di Torino Porta Susa e Cortina d’Ampezzo dalla stazione di Venezia Mestre.

 

Per raggiungere Canazei, i bus targati Italo, partendo dalla stazione di Verona Porta Nuova, fermeranno a Rovereto, Trento, Cavalese, Predazzo, Moena, Vigo di Fassa e Pozza di Fassa . Sarà possibile raggiungere le valli di Fassa e Fiemme tutti i giorni.

 

Per raggiungere Cortina d’Ampezzo (i cui impianti sciistici sono protagonisti di numerosi eventi sportivi di importanza internazionale) Italobus parte dalla stazione di Venezia Mestre e passa per Treviso (capoluogo ricco di canali e di palazzi storici come Palazzo dei Trecento situato in piazza dei Signori). Verso Cortina d’Ampezzo il servizio Italobus è attivo venerdì, sabato e domenica, mentre verso Mestre il servizio è attivo il sabato, la domenica e il lunedì.

 

Per raggiungere Courmayeur (rinomata località turistica che sorge sulla vetta più alta d’Europa, il Monte Bianco) Italobus parte dalla stazione AV di Torino Porta Susa e passa per Aosta (patria del grande teologo Sant’Anselmo e centro d’eccellenza dell’artigianato di tradizione italiano). Il servizio Italobus è attivo venerdì, sabato domenica e lunedì.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.58 del 03 Marzo
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 March - 13:27

I laboratori dell'Azienda sanitaria nelle ultime 24 ore hanno effettuato 2.010 tamponi molecolari e registrati 162 nuovi casi. Inoltre 91 test antigenici positivi. Sono 41 i cittadini che ricorrono alle cure della terapia intensiva di cui 36 classificati come Covid e 3 ricoverati all'estero

04 March - 11:59

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie ha confermato la zona “rosso scuro” per Trentino e Alto Adige ma fa il suo ingresso anche l’Emilia-Romagna. In questi territori l’incidenza, calcolata su due settimane, supera i 500 casi ogni 100.000 abitanti

04 March - 13:15

Dalle ore 24 di giovedì 4 marzo fino al 14 marzo, tutta la Lombardia sarà in zona "arancione rinforzato". La giunta ha infatti deciso di eliminare ogni differenza tra le aree, così da preservare quelle province meno interessate dai contagi. Il presidente Attilio Fontana: "Tutte le scuole di ogni ordine e grado, eccetto i primi servizi all'infanzia, dovranno sospendere l'attività in presenza"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato