Contenuto sponsorizzato

Arrestato dopo il controllo in albergo. Canestrini: ''E' un rifugiato politico. Va liberato''. Su di lui mandato di cattura dalla Turchia

L'uomo è un curdo che in Germania ha ottenuto lo status di rifugiato. Perseguitato in Turchia come tutta la sua famiglia (ha altri 5 fratelli) è cittadino tedesco che lavora per il Comune di Hannover. In questi giorni è già stato cancellato il mandato di cattura dell'Interpol e quindi si attende solo la scarcerazione

Pubblicato il - 26 settembre 2019 - 18:55

TRENTO. Arrestato con l'accusa di aver ucciso sei persone in un attentato avvenuto ad Ankara nel 1996. Ora, dopo che è stato condotto nel carcere di Bolzano, il mandato di cattura internazionale, è stato cancellato e l'uomo, assistito dall'avvocato Canestrini, dovrebbe essere liberato. I fatti si sono svolti in questi giorni in Alto Adige. Un curdo con doppia cittadinanza, turca e tedesca, è stato arrestato mentre era in vacanze in provincia di Bolzano.

 

Al momento dell'arrivo in albergo, infatti, quando ha lasciato i documenti per la registrazione, i suoi dati come accade per tutti, sono stati inseriti nel database e per lui è scattato l'allarme: il suo nome infatti era inserito tra quelli ricercati anche dall'Interpol dopo che nel 2010 la Corte turca aveva emesso un ordine di arresto e nel 2012 tale ordine era scattato anche per l'Interpol. Il meccanismo, infatti, spesso è automatico anche se la persona in questione scappa da un Paese dove non sono rispettati i diritti più elementari delle persone.  

 

L'uomo però ha sempre negato ogni addebito e anche al momento dell'arresto si è definito un perseguitato politico. Il suo legale, Nicola Canestrini, intanto ha già ottenuto che l'ordine di arresto internazionale dell'Interpol, sia cancellato. E' bastato fare le verifiche del caso per dimostrare che l'uomo in Germania, dove vive e lavora come dipendente pubblico, del Comune di Hannover, ha ottenuto lo status di rifugiato politico e in Turchia è ricercato come tutta la sua famiglia (ha altri 5 fratelli).

L'arresto per l'uomo, oggi 45enne, è avvenuto a Castelrotto. Da circa una settimana si trova in carcere a Bolzano. "Grave che un cittadino tedesco, provato rifugiato politico, possa essere arrestato in Italia su richiesta di Ankara e che la custodia cautelare sia stata addirittura confermata. Oggi l'Interpol ha ritirato il suo mandato di cattura e bisogna tener presente che parecchie la Cassazione ha già confermato più volte la non estradabilità verso la Turchia. Ci attendiamo che a ore il mio assisitito venga liberato". 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
13 giugno - 10:30
Sono 'Una casa per tutti' e 'Risonanze' le iniziative messe in campo da varie associazioni del territorio attive nel sociale: l'obiettivo è [...]
Cronaca
13 giugno - 10:15
E' successo ieri notte, sabato 12 giugno, a Brenzone, sul lago di Garda: ancora da chiarire le cause che hanno portato il conducente ad abbandonare [...]
Politica
13 giugno - 06:01
Secondo la legge regionale 6/2012, le indennità mensili dei consiglieri vanno “rivalutate annualmente sulla base dell'indice Istat”, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato