Contenuto sponsorizzato

Dall'itinerario della salute ai segreti delle abitazioni piccole ma funzionali. Attesa per la “Fiera d’Autunno” kermesse all'insegna di sostenibilità e bio

Dal 21 al 24 novembre riapre la “Fiera d’Autunno”, la manifestazione altoatesina all’insegna della sostenibilità e dell’informazione. Torna anche “Biolife”,  l’amatissima mostra biologica d’eccellenza regionale con i suoi oltre 2500 prodotti esposti, insieme al “Bio Wine Festival”, il festival dei vini biologici

Foto di Marco Parisi
Di Lucia Brunello - 14 novembre 2019 - 19:49

BOLZANO. Nonostante si tratti della fiera più longeva dell’Alto Adige, la Fiera d’Autunno, insieme a Biolife, torna ogni anno con tante novità e sorprese per i suoi oltre 40 mila visitatori. Anche quest’anno le tematiche trattate saranno molte e le più variegate, ma tutte ruoteranno intorno ai temi cardine di sostenibilità e informazione, perché la Fiera d’autunno vuole essere un punto d’incontro tra il visitatore e le tante realtà che caratterizzano il nostro territorio. La fiera sarà dedicata all'arredamento innovativo ed ecologico, all'alimentazione equilibrata e biologica e a tutto ciò che riguarda uno stile di vita sano (Qui info).

 

Il punto di forza dell’edizione di quest’anno, sarà il ricchissimo e variegato programma che i visitatori potranno andare a scoprire passeggiando tra i diversi stand allestiti nella Fiera di BolzanoL’evento avrà inizio giovedì 21 e terminerà domenica 24 novembre, con orario dalle 9.30 alle 18.30.

 

“Arredo” è il salone di arredamento innovativo e tradizionale che tratta il tema dell’arredare e dell’abitare. Attraverso le idee presentate da 80 piccole e medie aziende provenienti da tutta la regione, tanti saranno gli spunti che gli interessati potranno trovare per arredare la loro casa. La principale mostra di quest’anno sarà Small. living. dreams., organizzata in collaborazione con l’architetto Ute Oberrauch e interamente dedicata al trend in crescita in Europa delle tiny-, small-, micro-, smart-Houses, cioè abitazioni molto piccole, ma funzionali e soprattutto sostenibili ed ecologiche. Ad attendere i visitatori ci saranno un’esposizione e un percorso attraverso sette ambienti domestici di 2 x 2 metri ciascuno. Il tutto pensato con l’intento di ispirare nuovi modi di abitare anche la casa tradizionale, attraverso l’attenzione per i dettagli, la multifunzionalità, l’utilizzo in verticale degli spazi e un’efficace progettazione di spazio e luce.

 

Un settore che sta riscuotendo sempre più successo, è quello di Sani&Vital, dedicato al benessere e alla cura della persona. Sarà infatti allestita l’Isola della salute dell'Azienda sanitaria dell’Alto Adige, con 7 stand tematici percorribili in una sorta di "itinerario della salute". Un'area sarà dedicata alla prevenzione delle cadute tra le persone anziane ed un’altra alle tematiche della sana ed equilibrata alimentazione, dove verrà spiegata la corretta lettura delle etichette alimentari. Ma lo stand che negli ultimi anni ha riscosso maggior successo, è quello dedicato alle vaccinazioni. E’ proprio qui che i visitatori potranno ottenere informazioni dettagliate sulle vaccinazioni consigliate e chiunque lo desideri potrà effettuare gratuitamente la vaccinazione antinfluenzale.

Inoltre da non perdere l’iniziativa "Io, tu, noi. Insieme comunità!", dove 49 organizzazioni, istituzioni e associazioni no profit, che volontariamente si mettono a disposizione del prossimo, saranno presenti per dare informazioni sulle loro attività e sui loro progetti. Queste si presenteranno a turno nei quattro giorni di fiera attraverso la loro attività volontaria: un’occasione per promuovere l’impegno sociale, il servizio a favore del prossimo ed il futuro inserimento nel mondo del volontariato di altre persone interessate. L’evento è organizzato dalla Ripartizione Politiche sociali della Provincia in collaborazione con la Caritas diocesi Bolzano - Bressanone, il Comune di Bolzano, la Federazione per il sociale e la sanità, il Csv Alto Adige e la Croce Bianca (Qui info). 

 

In occasione della 16esima edizione di Biolife, 200 espositori da tutta Italia, con i loro circa 2.500 prodotti biologici certificati, si proporranno di presentare le loro realtà e di raccontare il loro modo di lavorare.  Per il secondo anno di fila, fa infatti ritorno l’attesissimo Bio Wine Festivalil festival dedicato ai produttori vignaioli che lavorano nel campo del biologico certificato, i quali potranno presentare i loro vini e permetterne la degustazione. Negli ultimi anni, l’attenzione da parte del consumatore per il biologico è aumentata del 15-20%, percentuale che spiega il grandissimo successo ottenuto dal Bio Wine festival nella sua prima edizione del 2018. Saranno 24 i viticoltori invitati, 15 provenienti dall’Alto Adige e 9 dal Trentino. Il Bio wine festival si terrà giovedì 21 novembre, dalle 11 alle 19.30.

 

La grande novità di quest'anno sarà lo spazio dedicato alla moda "green", con la mostra"Get the Green Look", in collaborazione con la fiera ospite Greenstyle MunichIl settore dell’abbigliamento ecosostenibile diverrà, in futuro, sempre più un punto di riferimento e oggetto di investimento, con l’obiettivo di un domani amico dell’ambiente in ogni ambito del quotidiano. I visitatori interessati avranno modo di scoprire, attraverso tre workshop, come la moda contemporanea possa essere elegante, multiforme e sostenibile allo stesso tempo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 gennaio - 19:47

Sono 279 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 27 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

21 gennaio - 20:22

L'albergo su corso Rosmini nel centro storico della città della Quercia resta operativo e cerca di reggere un mercato profondamente stretto e diverso. Marco Zani: "Cerchiamo anche di mettere in rete le peculiarità della zona, la vicinanza del Monte Baldo, la Campana dei caduti e i musei, così come le tante possibilità offerte dalla Vallagarina. Ideato offerte speciali per fa lavorare anche il ristorante la sera"

21 gennaio - 17:58

Sono state registrare 26 dimissioni e 238 guarigioni. Cala il numero dei pazienti in ospedali. Analizzati oltre 4 mila tamponi. Sono state confermate 191 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato