Contenuto sponsorizzato

Dodici birrifici artigianali e una lezione per imparare a fare la birra, Dreams festival attende 2 mila persone

Si avvicina l'appuntamento con Dreams, il festival organizzato al parco delle feste di Drena per domenica 21 luglio dall'associazione sportiva di Uva&Menta fly team e il Comitato turistico Drena. Una giornata tra laboratori artistici per bambini, spettacoli di intrattenimento tra danza e giocoleria

Di L.A. - 16 luglio 2019 - 12:35

TRENTO. Si avvicina l'appuntamento con Dreams, il festival organizzato al parco delle feste di Drena per domenica 21 luglio dall'associazione sportiva di Uva&Menta fly team e il Comitato turistico Drena. Una giornata tra laboratori artistici per bambini, spettacoli di intrattenimento tra danza e giocoleria. L’entrata alla manifestazione è gratuita fino alle 18quindi il prezzo di ingresso diventa 5 euro. Un'iniziativa non a scopo di lucro, ma soprattutto organizzato e gestito da volontari.

 

Gli eventi iniziano già alle 11 e sono tante le attività per famiglie in agenda come "caccia al tesoro", didattica e giochi di squadra, mentre alle 12.30 parte la musica live e gli spettacoli di danza. Una kermesse impreziosita da ben dodici birrifici artigianali con oltre 40 spine in contemporanea. I protagonisti della proposta a base di luppolo sono Birrone (Vicenza) a BrewPassion (Lavis), da Birrificio Della Granda (Saluzzo) a Leder (Val di Ledro), da Bionoc (Primiero) a Castagnero (Rosta). E ancora Km8 (Contà), Barbaforte (Folgaria), La Gramigna (Perugia), Bruton (Lucca) e Retorto (Piacenza).

 

Non solo musica, divertimento e spettacoli. Ma questo è anche un evento tecnico. Alle 13 ecco la cotta pubblica per imparare a fare la birra e diversi laboratori, uno dei quali con Nicola Coppe, e una tavola rotonda. "Questo - dice Sergio Scuderi, tra gli organizzatori del festival - è un modo per promuovere il territorio e coinvolgere la comunità, così come valorizzare la cultura del buon cibo e del buon bere attraverso la conoscenza della qualità dei prodotti".

 

Negli ultimi anni il comitato turistico Drena si è rinnovato e rilanciato per ritornare un punto di riferimento, come avveniva in passato. L'associazione vanta, infatti, alle spalle una lunga storia. Fondata negli anni '70, questa realtà si è sempre concentrata nell'organizzazione di eventi culturali tra tradizione, folklore e attività in grado di compattare la comunità. 

 

"L'obiettivo - prosegue il comitato organizzatore - è quello di mantenere le tradizioni, ma anche ritornare a proporre manifestazioni di qualità. In passato artisti del calibro di Gianna Nannini, Roberto Vecchioni e il gruppo "Area" hanno fatto tappa a Drena per serate indimenticabili. Dreams vede il coinvolgimento di produttori e aziende locali, ma anche di realtà artigianali di grande successo a livello nazionale per raccontare l'evoluzione del mondo della birra, generare un passaparola positivo e aumentare la notorietà del festival: dopo l'ottimo risultato dell'anno scorso, puntiamo a 2 mila persone".

 

Sono tante le iniziative in cartellone. Il via è con Dreams, ma durante l'estate sono tante le opportunità per trascorrere momenti in compagnia all'ombra di castel Drena. "Sono diverse le attività - conclude Scuderi - soprattutto nella bella stagione. Questa manifestazione cerca di unire la frizzantezza e le competenze dell'associazione sportiva Uva&Menta fly team e la storicità, la capacità di coinvolgimento e la perfetta conoscenza del territorio del Comitato turistico di Drena".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.22 del 09 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 17:45

Le fermentazioni regolari, hanno dato origine a vini puliti, con intensi profumi fruttati, strutturati, con ottime acidità fisse e bassi tenori di acidità volatile. Si evidenziano punte di eccellenza nei vini rossi medio-tardivi (Teroldego). La cimice asiatica ha colonizzato tutti gli areali della provincia ma sulle viti non si segnalano particolari danni (usate per l'ovodeposizione)

10 dicembre - 16:44

Ponti, viadotti e cavalcavia in Trentino sono costantemente monitorati. La PAT si è dotata già dal 2002 di un sistema informatizzato denominato BMS "Bridge Management System"

10 dicembre - 13:22

Nell'annuario statistica presentato dal Comune del capoluogo si trovano dati statistici significativi sull'evoluzione della città. Aumentano i turisti, calano i reati, migliorano i servizi e la qualità della vita ma l'età della popolazione si spinge sempre avanti, con famiglie sempre meno numerose

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato