Contenuto sponsorizzato

Laboratori, musica e danza, dodici birrifici artigianali e una lezione per imparare a fare la birra, ritorna Dreams festival

La seconda edizione di Dreams, il festival organizzato al parco delle feste di Drena, è in programma per domenica 21 luglio dall'associazione sportiva di Uva&Menta fly team e il locale Comitato turistico Drena

Di L.A. - 06 luglio 2019 - 21:09

TRENTO. Laboratori artistici per bambini e spettacoli di intrattenimento tra danza e giocoleria, cinque gruppi musicali che si alternano sul palco e dodici birrifici artigianali. Questa è la seconda edizione di Dreams, il festival organizzato al parco delle feste di Drena per domenica 21 luglio dall'associazione sportiva di Uva&Menta fly team e il locale Comitato turistico Drena.

 

Si parte alle 11 tra attività e laboratori a portata di famiglia, quindi dalle 12.30 via libera alla musica live, tra gli altri ci sono i Folkstone, e spettacoli di danza. Dalle 13 ecco la cotta pubblica per imparare a fare la birra e laboratori tecnici. "Questo evento - spiega Sergio Scuderi, tra gli organizzatori della kermesse - è stato ideato per creare un festival incentrato su valori positivi, quali valorizzazione e promozione del territorio, ma anche cultura e coinvolgimento della comunità. Un altro aspetto è quello di far conoscere la qualità dei prodotti".

 

Sono dodici i birrifici artigianali che prendono parte alla manifestazione, cinque trentini e altrettanti da Veneto, Piemonte, Toscana, Emilia Romagna e Umbria con oltre 40 spine in contemporanea: da Birrone (Vicenza) a BrewPassion (Lavis), da Birrificio Della Granda (Saluzzo) a Leder (Val di Ledro), da Bionoc (Primiero) a Castagnero (Rosta). E ancora Km8 (Contà), Barbaforte (Folgaria), La Gramigna (Perugia), Bruton (Lucca) e Retorto (Piacenza). Completano poi la proposta gli stand enogastronomici, due laboratori tecnici sulla birra (uno dei quali con Nicola Coppe) e una tavola rotonda incentrati sulla bevanda a base di luppolo.

 

"L'evento - aggiunge Scuderi - vede il coinvolgimento di produttori e aziende locali, ma anche di realtà artigianali di grande successo a livello nazionale per raccontare l'evoluzione del mondo della birra, generare un passaparola positivo e aumentare la notorietà del festival. Puntiamo sul rigoroso rispetto delle norme legate a sicurezza e igiene. L'iniziativa non è a scopo di lucro ed è organizzato e gestito da volontari. Dopo l'ottimo risultato dell'anno scorso, puntiamo a 2 mila persone". 

 

L’entrata al festival è gratuita fino alle 18, quindi il prezzo di ingresso è di 5 euro. Una manifestazione che unisce la frizzantezza e le competenze dell'associazione sportiva Uva&Menta fly team e la storicità, la capacità di coinvolgimento e la perfetta conoscenza del territorio del Comitato turistico di Drena.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
15 maggio - 13:06
Dalla  maestria del lavoro artigianale con la creazione e la decorazione di ceramiche con l'argilla bianca alla passione per il passato e alle [...]
Cronaca
14 maggio - 19:51
Nel suo ultimo blog l'ex rettore dell'Università di Trento riporta una serie di considerazioni sulla scelta di allungare la distanza tra la prima [...]
Società
15 maggio - 12:20
Ieri è stata consegnata l'opera di restauro della struttura palladiana alle autorità cittadine e dell'Ana: ''L’intervento iniziato alla fine [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato