Contenuto sponsorizzato

La Fondazione Cartiro apre le sedi di Trento e Rovereto alle visite guidate tra arte, storia e musica

Da oltre quindici anni, i primi di ottobre le banche italiane aprono i propri palazzi alla cittadinanza affinché se ne possano ammirare le sale, gli arredi e le opere d’arte. Per la prima volta nel 2015, grazie al coordinamento dell’Acri, anche le Fondazioni di origine bancaria si sono unite al progetto “Invito a Palazzo”

Pubblicato il - 04 ottobre 2019 - 11:43

TRENTO. Arte e storia nelle fondazioni di origine bancaria, sabato 5 ottobre le sedi della Fondazione Caritro di Trento e Rovereto saranno aperte al pubblico con possibilità di visite guidate

 

Da oltre quindici anni, i primi di ottobre le banche italiane aprono i propri palazzi alla cittadinanza affinché se ne possano ammirare le sale, gli arredi e le opere d’arte. Per la prima volta nel 2015, grazie al coordinamento dell’Acri, anche le Fondazioni di origine bancaria si sono unite al progetto “Invito a Palazzo”, che vanta il patrocinio dei Ministeri dei beni e attività culturali e dell’Istruzione, università e ricerca, così come la partecipazione diretta della Banca d’Italia.

 

Così sabato 5 ottobre 2019 Fondazione Caritro dalle 10 alle 19 apre le porte delle proprie sedi a Trento (in via Calepina 1) e a Rovereto (in Piazza Rosmini 5). "L'obiettivo - dice il presidente Mauro Bondi - è quello di dare la possibilità ai cittadini, ai turisti e appassionati di visitare questi palazzi: un’azione che comunica trasparenza e attenzione ai bisogni della collettività, come nella linea di azione della Fondazione,  valorizzando al contempo le preziose opere e collezioni custodite al suo interno".

 

Per l’occasione saranno organizzate visite guidate gratuite, in collaborazione con i giovani volontari del Fai e del gruppo Fai Rovereto. Le visite alla scoperta dei preziosi interni immobiliari e delle preziose collezioni artistiche contenute nei due edifici, sono gratuite e non necessitano prenotazione. Sono rivolte a gruppi di 20/30 persone alle 10, 11, 12, 15 e 16.

 

Fondazione Caritro ha inoltre deciso di ampliare l’offerta culturale e prevedendo degli accompagnamenti musicali, a conclusione delle visite guidate (esclusivamente delle 10, 11 e 15), in sinergia con la Filarmonica di Rovereto. Saranno infatti il Trio Hegel (David Scaroni, violino – Davide Bravo, viola – Andrea Marcolini, violoncello) a Trento e il Trio Aves (Lisa Pivato, violino – Gioele Pes, violoncello – Simone Anelli, pianoforte) a Rovereto, che allieteranno le orecchie degli ospiti sulle note di grandi compositori classici. Per chi volesse, è poi possibile assistere a un concerto di fine giornata, previsto per le 17.45 a Trento (Trio Aves) e per le 17.30 a Rovereto (Trio Hegel).

 

Inoltre, nel Parco del Palazzo del Bene a Rovereto, dalle 10 alle 12 Comunità Frizzante, Cooperativa Sociale Villa Maria, Ortinbosco & Vita in centro, attraverso laboratori rivolti a grandi e piccini, presenteranno le proprie attività realizzate nell’ambito dei progetti sostenuti dalla Fondazione con il Bando Welfare a Km Zero. In entrambi i palazzi è garantito l’accesso ai diversamente abili.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

11 novembre - 19:43

La miccia si accende per il post su Facebook di un allevatore del perginese. Da lì le risposte piccate dei sindaci di Frassilongo e Pergine con quest'ultimo che rimuove tutto. A far da paciere il primo cittadino di Palù, che però si toglie qualche sassolino

11 novembre - 19:37

Il partito secessionista ha celebrato l'anniversario dell'arrivo delle truppe italiane al Brennero apponendo sul cippo di confine un sacco con una scritta rivendicativa. "Il Brennero è e resterà un confine ingiusto che ha diviso il Tirolo, incatenando i sudtirolesi a uno stato straniero, al quale non volevano appartenere". Non è la prima volta che il confine italo-austriaco finisce al centro delle iniziative della Südtiroler Freiheit

11 novembre - 13:46

Il blocco di una corsa avvenuto settimana scorsa nei pressi di Mezzana aveva spinto la consigliera Lucia Coppola a depositare un'interrogazione per comprendere le motivazioni e gli eventuali problemi di manutenzione. Questioni che da Trentino Trasporti vengono considerate però imprevedibili e dovute a condizioni meteorologiche eccezionali 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato