Contenuto sponsorizzato

L'inverno in val di Fiemme entra nel vivo. Tutte le stazioni aperte: ''Abbiamo investito 19 milioni di euro per restare tra i leader''

Una scia di design e tecnologia avanzata attraversa il comprensorio sciistico Fiemme-Obereggen lungo i 110 chilometri di piste perfettamente innevate fino a aprile, ma anche rifugi, chalet, cabinovie e seggiovie assumono forme sempre più armoniose e trasparenti per integrarsi con la natura

Di L.A. - 05 dicembre 2019 - 11:40

VAL DI FIEMME. Una nuova seggiovia griffata Pininfarina ad agganciamento automatico di Leitner a 8 posti "Reiter Joch” (Qui articolo) a sostituire l'impianto quadriposto per una lunghezza di 603 metri e un dislivello di 179 metri e un ulteriore efficientamento e razionalizzazione dei bacini di raccolta idrica per l'innevamento programmato con capienza di quasi 100 mila metri cubi.

 

E ancora il potenziamento impianto di innevamento Seggiovia "Doladizza". Queste le principali novità in val di Fiemme che si prepara a entrare nel vivo della stagione invernale dopo l'antipasto in quel di Obereggen, Alpe Cermis, Bellamonte-Alpe Lusia e Ski center Latemar. Tutte le stazioni sono pienamente operative.

 

"Le prospettive sono ottime, il paesaggio tra le Dolomiti unico per la neve scesa copiosa. Una partenza così - commenta Flavio Delvai, responsabile marketing di Fiemme Obereggen - non si verificava da anni.e abbiamo avuto un grandissimo riscontro nella vendita degli skipass stagionali. Ogni anno stacchiamo 11 mila tessere tra i residenti di valle, senza dimenticare sciatori fidelizzati dai mercati di prossimità quali Verona e Mantova. Segnali importanti in quanto in Fiemme si investe molto, quest'anno intorno ai 19 milioni di euro". 

 

Una scia di design e tecnologia avanzata attraversa il comprensorio sciistico Fiemme-Obereggen lungo i 110 chilometri di piste perfettamente innevate fino a aprile, ma anche rifugi, chalet, cabinovie e seggiovie assumono forme sempre più armoniose e trasparenti per integrarsi con la natura.

 

"Gli investimenti sono continui - aggiunge il responsabile marketing di Fiemme Obereggen - nella scorsa stagione sciistica abbiamo ammirato il nuovo 'Chalet 44 Dolomites Lounge' della skiarea Bellamonte Alpe Lusia, con le sue sale trasparenti immerse nel bosco, e 'Lo Chalet' dell’Alpe Cermis con i colori delle rocce, della neve e del bosco. Ora salutiamo il nuovo look dell'apres ski di Obereggen: la stazione a valle intrattiene gli sciatori anche dopo il tramonto. Il tetto sinuoso sembra replicare lo skyline del massiccio del Latemar. Un vortice di travi di legno che rapisce lo sguardo". 

 

A Obereggen, nello Ski center Latemar, è stato ricostruito il rifugio “Epircher Laner”, una rivisitazione delo stile architettonico tradizionale. Il rifugio, in legno e pietra, accoglie gli sciatori in una calda un’atmosfera alpina e contemporanea. Tra le novità il potenziamento dei sistemi di innevamento. "Si punta sull'efficientamento per garantire piste perfette e la massima sicurezza del piano sciabile. La val di Fiemme si conferma, inoltre, una località perfetta per tutte le tipologie di sciatori: un carosello a portata di famiglia".

 

Sono, poi, state individuate le piste “cult” del comprensorio sciistico Fiemme-Obereggen, quelle imperdibili. "Tra i 110 chilometri distribuiti in 5 skiarea - evidenzia Delvai - si trovano pendenze di ogni difficoltà adatte anche ai bambini, ma ci sono piste rosse e nere davvero irresistibili: la pista Olimpia dell’Alpe Cermis, le piste Torre di Pisa, Agnello, Pala di Santa e Oberholz dello Ski center Latemar, la pista Lastè di Bellamonte-AlpeLusia e la Paradiso del Passo Rolle".

 

Non solo neve e centri benessere, enogastronomia e tradizione. La val di Fiemme è anche cultura, meglio se tra le serpentine per scendere lungo le piste da sci. A Pampeago, la pista Agnello e la sua variante invitano a un divertente ski-safari fotografico tra 16 opere d’arte visibili anche dalla seggiovia. Altre 11 opere si possono ammirare solo d’estate attraversando il parco RespirArt. L’installazione più recente, del gruppo artistico Terrae, è dedicata alla rinascita delle foreste dopo la tempesta Vaia.

 

"La val di Fiemme - conclude Delvai - continua a confermarsi tra le località leader nel settore delle vacanze invernali e abbiamo un ricco calendario di appuntamenti di livello nazionale e internazionale. Non a caso le Dolomiti sono la location scelta per le Olimpiadi 2026 in quanto la qualità delle nostre località è altissima e si continua a migliorare attraverso investimenti mirati". 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 gennaio - 18:58

Gli studenti della classe terze dell'Arcivescovile  hanno scritto una lettera alla senatrice a vita per chiederle dei consigli su come affrontare i messaggi, d'odio sempre più frequenti nel mondo d'oggi. Dopo due settimane è arrivata la risposta di Liliana Segre 

27 gennaio - 19:30

Mentre anche a livello parlamentare la discussione è aperta e il primo grande banco di prova potrebbero essere le elezioni regionali in Puglia, i tre movimenti cominciano a ragionare su un blocco in sostegno a Franco Ianeselli. Intanto Dario Maestranzi è pronto a lasciare il Patt per seguire questo progetto

27 gennaio - 18:55

Dopo la grande manifestazione che ha portato 10mila persone in Lessinia in molti riferiscono di un presidente della regione, Luca Zaia, “infuriato” perché tenuto all'oscuro della proposta di legge. Il consigliere Dem Zanoni: “I veneti amano l’ambiente che è un patrimonio di tutti e non sono più disposti a vederlo sacrificato”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato