Contenuto sponsorizzato

“Né dio né evoluzione: le nostre origini sono extraterrestri ed entro il 2035 gli Elohim arriveranno sulla terra” a Riva sbarca la convention dei raeliani

La città gardesana è stata scelta perché da anni ospita una comunità molto attiva di raeliani che promettono: “Entro il 2035 gli Elohim giungeranno sulla terra ma solo dopo che la loro ambasciata sarà costruita”

Di Tiziano Grottolo - 23 settembre 2019 - 19:38

RIVA DEL GARDA. Mosè, Buddha, Gesù, Maometto, ma anche Elia, Ezechiele, Mahavira, Joseph Smith e Bahá'u'lláh ci sono tutti i grandi profeti di alcune delle religioni più diffuse al mondo, ma per i raeliani non si tratterebbe di predicatori dalla discendenza divina, bensì di uomini contattati dagli extraterrestri, gli Elohim, affinché agissero come loro messaggeri sulla Terra.

 

Se non ne avete ancora sentito parlare non c’è da meravigliarsi dal momento che questo movimento religioso è ancora poco diffuso. Nel nostro paese si contano all’incirca 500 seguaci mentre nel mondo si arriva a 120mila distribuiti in circa 110 nazioni diverse.

 

I raeliani promuovono idee sociali come l’autodeterminazione sessuale, che unita a uno spirito di responsabilità e condivisione dovrebbe condurci verso una nuova era di pace e benessere.

 

Per fare questo sostengono anche la necessità che si instauri una nuova forma di governa: la geniocrazia. Un sistema che vede nelle capacità di problem-solving, creatività e intelligenza i criteri per l'attribuzione dei diritti elettorali, nella geniocrazia solo i cittadini con un certo livello di Quoziente intellettivo potrebbero votare, mentre per candidarsi si dovrebbe superare una soglia ancora più alta.

 

Ad ogni modo giovedì 26 settembre, alle 20e30 nella Sala della Rocca, il movimento raeliano terrà una conferenza a Riva del Garda, dove sarà presente anche Marco Franceschini guida del culto nonché responsabile nazionale del movimento raeliano.

Al centro del dibattito ci saranno le origini della vita sulla Terra: “Noi portiamo avanti una nuova ipotesi che non contempla né la creazione divina né la teoria evoluzionistica di Darwin ma al contrario fa risalire le nostre origini a delle entità extraterrestri”.

 

Infatti secondo le credenze dei raeliani ad aver creato gli esseri umani sarebbero stati degli extraterrestri scientificamente avanzati, chiamati Elohim, che avrebbero creato la vita sulla Terra attraverso l'ingegneria genetica.

 

“In tutte le antiche religioni ci sono le testimonianze di questa creazione”, sostiene Franceschini. Ma non solo, perché secondo i raeliani stiamo vivendo in un’epoca fondamentale in cui per la prima volta si è raggiunto un livello di competenza scientifica tale da permetterci di comprendere queste rivelazioni.

 

“Un secolo fa tutto questo era incomprensibile per i nostri antenati, non è per caso che il messaggio arriva proprio adesso”. Riva del Garda è stata scelta perché da anni ospita una comunità molto attiva di raeliani, inoltre l’evento gardesano si inserisce all’interno di un calendario più grande fatto di conferenza che si tengono in tutta Italia.

 

Un altro tema fondamentale per questo credo è la creazione di un’ambasciata che dovrà accogliere gli Elohim che torneranno sulla Terra. Per fare questo i raeliani chiedono che uno stato si faccia avanti per donare loro almeno 4 chilometri quadrati di terreno dove far sorgere l’edificio promettendo però, che la nazione che si farà avanti riceverà in compenso decine di miliardi di dollari di introiti per l’ospitalità offerta ma anche la protezione degli stessi extraterrestri.

 

In questo senso anche il Trentino potrebbe essere il luogo adatto: “L’obiettivo del movimento raeliano è quello creare le condizioni per la costruzione di un’ambasciata ufficiale che accoglierà la civiltà extraterrestre. Che però – precisa sempre Franceschini – non arriveranno mai senza prima essere invitati”, questo per non far temere un’invasione.

 

Franceschini ne è certo, quando ci saranno le condizioni adatte, cioè quando l’ambasciata sarà realizzata, gli Elohim arriveranno sulla Terra entro il 2035: “I tempi sono maturi – promette la guida raeliana – questo rappresenterà il momento più importante della storia dell’umanità”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 ottobre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 ottobre - 12:38

L'ex assessore è intervenuto sulle affermazioni del critico d'arte rilasciate a "L'aria che tira" il programma condotto da Myrta Merlino su La7, la replica del presidente del Mart: "Sono opinioni personali e non è necessario che gli piacciano, anche perché è una nullità e non serve che mi faccia la morale"

18 ottobre - 06:01

Dopo lo scontro dei giorni scorsi, non si fermano le polemiche. Il consigliere provinciale Alex Marini ha pubblicato su facebook la notizia che verrà querelato per le dichiarazioni alla stampa sul collega ed altri. Filippo Degasperi risponde, non risparmiando critiche per l'atteggiamento e i diversi punti sollevati dall'intervista incriminata. E chiede ironico: "Ma chi è, Savonarola?"

18 ottobre - 11:08

Ieri pomeriggio il ragazzo era alla guida del suo furgone quando ad un certo punto è finito contro un tir che lo precedeva. Uno scontro violentissimo che non ha lasciato scampo al giovane 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato