Contenuto sponsorizzato

A Pinzolo ecco il nuovo "Biolago", tra pontili per fare i tuffi, docce riscaldate dalla luce solare, sdrai e il verde del bosco

L'opera, realizzata dal Comune di Pinzolo, ha una superficie balneabile di 3.200 metri quadrati all’interno della quale è compresa anche una piscina per bambini di 100 metri quadrati con un’altezza di 45 centimetri. Il sito sarà ufficialmente aperto al pubblico sabato 8 agosto

Pubblicato il - 07 agosto 2020 - 17:16

PINZOLO. E' pronto il nuovo "biolago" inserito nel verde dell’area “Pineta”, la zona sportiva multiservizi e parco giochi per bambini, fiore all’occhiello dell’offerta turistica estiva di Pinzolo. Progetto di ingegneria desiderato e atteso, aprirà al pubblico sabato 8 agosto.  

 

Ideato e voluto dal Comune di Pinzolo e realizzato su progetto firmato da un pool di tecnici coordinato dall’ingegnere Giuseppe Pellegri, la struttura dà un nuovo valore aggiunto all’area della “Pineta” in termini di servizi per gli ospiti.

 

Il Biolago, situato in una zona di 6.000 metri quadrati, ha una superficie balneabile di 3.200 metri quadrati all’interno della quale è compresa anche una piscina per bambini di 100 metri quadrati con un’altezza massima di 45 centimetri.

 

Può contenere fino a poco meno di 5.000 metri cubi di acqua e raggiunge un’altezza massima di 3,5 metri. La sua caratteristica principale è la depurazione naturale dell’acqua attraverso l’inserimento di specifiche aree di fitodepurazione con piante integrate ad impianti che garantiscono l’acqua pulita attraverso l’impiego di altri materiali naturali tra i quali diverse tipologie di argilla. Infine, l’ultima fase del processo di purificazione è garantita dai raggi ultravioletti. Ci sono più punti di immissione dell’acqua che ne assicurano il ricircolo. Inoltre, il fatto che non ci sia alcun torrente né in entrata né in uscita, al contrario dei laghi naturali, fa in modo che l’acqua, filtrata e depurata naturalmente, sia più calda e abbia una carica batterica minore.

 

Una serie di pontili dai quali è possibile tuffarsi impreziosisce il Biolago mentre una palazzina dei servizi, con docce e acqua riscaldata da un sistema solare termico, gli spogliatoi e l’infermeria, completa il tutto. Alcune docce, riscaldate direttamente dalla luce solare, si incontrano qua e là attorno al lago.

Ad integrazione della normale fornitura di energia elettrica è previsto un impianto fotovoltaico.

 

Alla costruzione del Biolago hanno lavorato diverse imprese tra le quali la ditta Salvadori Felice di Bagolino che ha eseguito i lavori strutturali. La gestione è stata affidata alla Cooperativa sociale Lavoro di Borgo Lares. Il Biolago è dotato di un sistema di videosorveglianza e verso località “Pineta”, in via Miliani, il Comune di Pinzolo ha predisposto 45 nuovi posti auto.

 

Il Biolago sarà aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18. Non sarà necessaria la prenotazione, ma ci sarà la possibilità che gli ingressi possano essere interrotti una volta raggiunta la capienza massima. Nell’eventualità di sopraggiunto maltempo, lo Staff si riserva di valutare la chiusura e l’uscita dei clienti dall’area. In tale caso non verrà rimborsato il biglietto d’ingresso.

 

Il biglietto d’ingresso costa 5 euro per gli adulti e 3 euro per i bambini sotto i 12 anni. Per i residenti in Val Rendena (da Porte di Rendena a Madonna di Campiglio), che devono identificarsi esibendo la carta d’identità, e i possessori della DoloMeetCard il costo è di 4 euro per adulti, mentre per i bambini sotto i 12 anni l’ingresso è gratuito

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 settembre - 23:37

A livello provinciale l'affluenza alle urne si attesta a circa il 50% degli aventi diritto. Urne aperte anche lunedì 21 settembre dalle 7 alle 15 per rinnovare i consigli comunali e indicare "Sì" o "No" al referendum

20 settembre - 20:58
L'allerta è scattata intorno alle 18 di questa sera, domenica 20 settembre, quando è stato trovato un pezzo di un cadavere. A lanciare l'allarme un pescatore che ha notato una sagoma affiorare dall'acqua. Avviate le indagini da parte della scientifica e dei carabinieri. In azione anche i vigili del fuoco
20 settembre - 20:29

Sono 13 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.318 i guariti da inizio emergenza e 568 gli attuali positivi. Nel rapporto odierno, domenica 20 settembre, si specifica che 20 sono sintomatici, compreso 1 minorenne, e 8 casi sono ascrivibili ai focolai scoppiati negli ultimi giorni sul territorio provinciale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato