Contenuto sponsorizzato

Aspettando l'alba con la musica di montagna. Al laghetto dei Piani del Vioz tornano i suggestivi cori alpini

Il paesaggio d'alta quota come palcoscenico naturale per un emozionante concerto all'alba. L'appuntamento è ai Piani del Vioz, nel magico scenario del gruppo Ortles Cevedale, domenica 16 agosto alle 6 di mattina. A esibirsi, il Coro Sasso Rosso, coro polifonico, per scelta e per repertorio di impostazione musicale di ascendenza popolare, accompagnato dalla voce narrante di Simonetta Gabrielli

Pubblicato il - 12 agosto 2020 - 13:29

PEIO. L'appuntamento è per le 6 di mattina di domenica 16 agosto. La cornice dell'Ortles Cevedale è palcoscenico per il Coro Sasso Rosso della val di Sole, un'esibizione accompagnata dalla voce narrante di Simonetta Gabrielli.

 

Il paesaggio d'alta quota come palcoscenico naturale per un emozionante concerto all'alba. L'appuntamento è ai Piani del Vioz, nel magico scenario del gruppo Ortles Cevedale, domenica 16 agosto alle 6 di mattina. A esibirsi, il Coro Sasso Rosso, coro polifonico, per scelta e per repertorio di impostazione musicale di ascendenza popolare, accompagnato dalla voce narrante di Simonetta Gabrielli.

 

Il gruppo musicale, testimone di un'epoca in cui le forme di espressione popolare sono ancora ben presenti e diventano le radici forti ed autentiche della pianta sviluppatasi nei decenni successivi, nasce oltre 50 anni fa. Uno strumento di trasmissione orale di usi e consuetudini antiche, della continuità della tradizione agricola, boschiva, artigianale.

 

Questi valori sono diventati patrimonio di esperienza trasmesso di decennio in decennio, mantenendo fermi il suono, la timbrica, l'amalgama di un complesso che è stato e vuole continuare ad essere portatore di quella cultura musicale popolare tanto importante nel linguaggio espressivo di una gente semplice e fedele alle tradizioni, come è quella che da sempre esprime la terra solandra.

 

Al concerto si potrà accedere utilizzando la telecabina Pejo Fonti-Tarlenta e la seggiovia Doss dei Gembri che apriranno dalle 4 alle 5.30 e verranno riavviate alle ore 8 per la discesa. Chi vorrà, potrà invece raggiungere i Piani del Vioz a piedi, accompagnati da una guida (partenza alle 4.45 dal rifugio Scoiattolo). Come da norme anti-Covid, obbligatorio l’uso della mascherina sugli impianti di risalita. Un adeguato distanziamento fisico dovrà essere mantenuto anche durante il concerto.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.08 del 18 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 13:12

Il 19 settembre 2019 il Parlamento europeo votava una mozione sull'importanza della memoria, suscitando diverse proteste tra gli ex comunisti (e gli storici) italiani, che gridarono alla banalizzazione della storia e a un'inaccettabile equiparazione tra nazismo e comunismo. Lo storico Marcello Flores D'Arcais: "Il documento, coi suoi limiti, esprime il desiderio dell'Europa di costruire un racconto comune del passato. Il clamore suscitato in Italia fu dovuto al rifiuto della storia in nome dell'identità"

19 settembre - 12:36

L'allerta è scattata intorno alle 7.30 di oggi, sabato 19 settembre, sull'Agner. Il 23enne stava procedendo in conserva insieme al compagno di cordata sulla parte sommitale dello zoccolo dello Spigolo nord. In azione il Pelikan di Bolzano, il Soccorso alpino di Agordo e l'equipe medica

19 settembre - 11:02

Salgono a quasi 1800 le persone in quarantena e di queste una cinquantina sono di ritorno da Croazia, Grecia, Spagna o Malta. Il rapporto tamponi – contagi rimane sopra l'1% 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato