Contenuto sponsorizzato

Basta murales e graffiti sui palazzi storici, al via le operazioni di pulizia: "Prima si deve sverniciare la scritta, ma ogni operazione e a sé"

E’ iniziata oggi l’operazione di pulizia dei muri del centro città che il Comune di Trento ha deciso di finanziarie per riportare al loro originale splendore tutte le parti dei palazzi storici sfregiati. Un'operazione che richiede pazienza e precisione

Di Laura Gaggioli - 19 novembre 2020 - 13:16

TRENTO. Sono molte le vie e le facciate dei palazzi storici che negli anni sono stati sfondo per graffiti e murales, poesie o puri atti di vandalismo. Quello che non cambia, però, è  la spesa economica che le varie amministrazioni devono sostenere ogni anno, per riportare al loro originale splendore tutte le parti dei muri sfregiati. Il Capoluogo ovviamente non è esente da questa problematica ma proprio per questo il Comune di Trento ha stanziato le risorse per intervenire. 

Un lavoro lungo e complesso, come quello svolto da Paolo e Vincenzo, restauratori trentini, che, tra il freddo e la mascherina, da questa mattina, e per le prossime settimane, provvederanno alle peculiari operazioni di rimessa a nuovo delle facciate storiche, da via Torre Verde fino al centro città.

Prima si deve sverniciare la scritta, ma ogni operazione e a sé - spiegano i restauratori - perché la scelta del prodotto e della tecnica dipende dalla pietra o dal tipo di materiale su cui andiamo ad intervenire e anche da quello usato per l’iscrizione. Poi bisogna fare le tinte, cercando di replicare il pigmento originale della facciata. Un’operazione difficilissima”.

Un lavoro che richiede pazienza e resistenza, ma anche qualità e precisione, la stessa di quella necessaria per la restaurazione di strutture antiche come il Castello del Buonconsiglio o di Palazzi Firmian o Ghelfi. Le operazioni di pulizia delle scritte vandaliche è infatti gestita dall’ARS, un consorzio di restauratori qualificati per la conservazione e il restauro di beni culturali, aggiudicatari dell’appalto comunale del 2020.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 gennaio - 13:34

Bolzano fa un passo indietro dopo la mancata accettazione della classificazione del Cts e l'inserimento a livello europeo nella "zona rosso scuro". Pronta una nuova ordinanza che introduce restrizioni da domenica 31 gennaio. Kompatscher: "Sappiamo che le classificazioni nazionali e europee hanno conseguenze giuridiche. Per questo abbiamo deciso di prendere atto di questa situazione"

26 gennaio - 13:14

E' successo pochi minuti prima di mezzogiorno. Sul posto si sono portati i vigili del fuoco, i soccorsi sanitari e gli agenti della polizia locale Valle del Chiese. Due persone sono rimaste ferite non gravemente 

26 gennaio - 11:19

C'è un peggioramento per quanto riguarda la situazione in rianimazione. Oltre 8 mila test eseguiti in 24 ore tra tamponi molecolari e test antigenici. Sono 559 le vittime nella seconda ondata 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato