Contenuto sponsorizzato

Itas si spende per i più bisognosi, donati 68.400 euro. Il presidente: "Siamo molto orgogliosi della risposta dei nostri delegati a questa iniziativa"

I delegati dei soci assicurati decidono di donare i loro compensi alle associazioni del terzo settore. L'ideatore Enrico Polato dichiara: "In questi mesi così complicati per tutti, mi è sembrato giusto proporre alla Compagnia un gesto importante per aiutare le persone che sicuramente stanno vivendo momenti di difficoltà"

Di Mattia Sartori - 12 ottobre 2020 - 16:48

TRENTO. 68.400 euro è la cifra donata da Itas a varie associazioni del terzo settore. I delegati dei soci assicurati infatti, dopo l'annuale assemblea generale, hanno deciso di devolvere in beneficenza il proprio compenso. Itas ha apprezzato così tanto l'iniziativa da decidere di raddoppiare i soldi donati, raggiungendo così la cifra finale di oltre 60.000 euro.

 

Il presidente di Itas, Fabio Lorenz, si è detto molto soddisfatto: "Siamo molto orgogliosi della risposta data dai nostri delegati a questa iniziativa, ancora una volta possiamo testimoniare come impegnarsi per una Mutua sia molto più di quello che viene formalmente richiesto. I delegati rappresentano i nostri soci assicurati e costituiscono dei veri e propri ambasciatori di mutualità sul territorio, come diffusori attivi dei valori e delle sensibilità che caratterizzano la nostra attività di Mutua assicuratrice".

 

L'iniziativa è partita da Enrico Polato, delegato di Cortina d'Ampezzo, e vi si sono poi aggiunti molti dei delegati Itas sparsi sul territorio. Polato spiega come questo volesse essere un gesto per far sentire la presenza Compagnia al fianco delle persone più bisognose in questo periodo. Le sue parole: “In questi mesi così complicati per tutti, mi è sembrato giusto proporre alla Compagnia un gesto importante per aiutare le persone che sicuramente stanno vivendo momenti di difficoltà. Con gli altri colleghi delegati abbiamo quindi voluto dare un senso concreto all’anima mutualistica che distingue Itas, caratterizzata da spirito di condivisione e aiuto sociale. Vista l’alta adesione, posso senz’altro affermare che siamo riusciti nel nostro intento”.

 

La Compagnia ha suggerito di donare all'associazione Itasolidale, ma ogni delegato aveva la facoltà di scegliere una qualsiasi associazione sul territorio. Alla fine i soldi donati sono stati così ripartiti: 65.400€ a Itasolidale, un'ente benefico con l’obiettivo principale di sostenere economicamente progetti di solidarietà sociale e favorire la crescita e la diffusione della cultura della solidarietà; 1500 euro a Valdisole Solidale Onlus, che opera in Kenya a favore di persone povere e bambini; 1500€ ad Aiutiamo Diego Canella, un'associazione che raccoglie fondi per adattare la casa del sopracitato calciatore alla sua condizione attuale.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
04 dicembre - 11:17
Lo studio di fattibilità condotto dal team di ingegneri di Willi Hüsler di Zurigo promuove a pieni voti l’idea del progetto che [...]
Cronaca
04 dicembre - 11:22
Grazie alla descrizione dell'uomo, fornita dal viaggiatore derubato, i poliziotti sono riusciti ad attivare le ricerche e a fermare il [...]
Cronaca
04 dicembre - 10:06
In queste ore il sindaco firmerà delle ordinanze per l'inagibilità di un edificio e per chiudere un tratto di via dove si trovano le [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato