Contenuto sponsorizzato

Dalle Frecce "turistiche" Bolzano-Ancona e Bolzano-Venezia al Trenobus delle Dolomiti. Ecco le Ferrovie dello Stato dopo la pandemia

Il Gruppo di Ferrovie dello Stato prepara la ripartenza post-Covid, dopo aver dovuto rimodulare il servizio a causa delle restrizioni. "Le Frecce allargheranno la rete anche alle città medie e piccole e alle località turistiche. Tra le opere prioritarie il primo lotto della Brennero-Fortezza-Ponte Gardena"

Pubblicato il - 24 febbraio 2021 - 17:13

TRENTO. Come cambierà l'Alta velocità una volta superata l'emergenza Coronavirus? Tra i tanti settori ridimensionati dalle misure anti-contagio, su tutte il divieto di spostamento tra Regioni e Province autonome, quello del trasporto ferroviario ha dovuto rimodulare completamente la propria attività. Molte corse sono state tagliate, la frequenza tra un treno e l'altro diluita.

 

Nonostante le criticità che l'intero Paese sta ancora vivendo, in una pandemia dove si è lungi dal vedere la “luce fuori dal tunnel”, l'arrivo dei vaccini permette almeno di cominciare a ragionare sul futuro. Una volta raggiunta l'immunità di gregge, infatti, la vita dovrebbe tornare alla normalità e la speranza è che questa arrivi il prima possibile – approvvigionamenti dei vaccini permettendo.

 

Per questo il Gruppo Ferrovie dello Stato annuncia grandi novità all'orizzonte. “Guidato da Gianfranco Battisti – si legge in una nota – il Gruppo si è già proiettato nel futuro e sta studiando una serie di ipotesi per adeguare l'offerta al nuovo scenario che si presenterà superata questa fase. L'emergenza sanitaria ha impresso una forte accelerazione al passaggio digitale del mondo del lavoro. Le aziende hanno aumentato il ricorso allo smart working e all'utilizzo delle piattaforme digitali per le riunioni. Una svolta epocale che porterà ad un radicale mutamento negli spostamenti”.

 

Ma di cosa si tratta? La nota prosegue: “Il Gruppo Fs, che ha già avuto il merito di essere stato uno dei pionieri nel mondo per lo sviluppo dell'Alta velocità, è già al lavoro per intercettare i nuovi bisogni ed offrire risposte adeguate alla nuova domanda di servizi. Le Frecce non serviranno più solo le grandi città, ma allargheranno la rete anche alle città medie/piccole e alle località turistiche. Sarà un riposizionamento graduale con un'offerta flessibile che si adeguerà ai nuovi bisogni della società”.

 

Già nel corso dell'estate, d'altronde, l'offerta di treni era stata incrementata. “I primi cambiamenti sono già avvenuti l'estate scorsa allargando i perimetri tradizionali dell'Alta velocità e le Frecce hanno fatto tappa in alcune località turistiche. Si è rinunciato a un poco di velocità, ma si è facilitato l'arrivo dei visitatori che hanno potuto raggiungere le mete scelte senza cambi intermedi, fornendo così un sostegno concreto alle economie locali. Una scelta apprezzata nei territori e che ha fatto registrare buoni risultati anche in termini di utilizzo del servizio. Altre novità sono allo studio per la prossima estate con l'entrata del nuovo orario”.

 

“Ma la rivoluzione non riguarderà solo il traffico passeggeri, ma interesserà anche il traffico delle merci – conclude il Gruppo Fs – già con la pandemia e l'aumento degli acquisti online sono aumentati i volumi delle merci trasportati. Una tendenza che dovrebbe confermarsi per il futuro. E le Fs hanno trasformato il vecchio Frecciarossa 500 per attrezzarlo al traffico merci e lo impiegano di notte nella linea Alta velocità nella tratta Caserta-Bologna per collegare i due interporti”.

 

Per quanto riguarda il territorio regionale, infine, la rimodulazione del servizio dovrebbe apportare benefici sia ai centri più piccoli, sostenuti dalla scelta di stabilire nuove fermate nei piccoli e medi centri urbani, sia nei collegamenti con le località turistiche attraverso le Frecce – nell’orario estivo 2020 figuravano ad esempio le corse Bolzano-Milano, Bolzano-Ancona con la fermata a Verona, Venezia-Bolzano con fermate a Mestre, Padova, Vicenza e Verona - e in conclusione anche con i nuovi investimento del traffico merci. Per il solo trasporto regionale, nell'orario estivo 2020 erano inoltre previsti i servizi treno più bus del Cortina link, lo Jesolo link e il Trenobus delle Dolomiti. In quest'ultimo ambito, il primo lotto dell'itinerario Brennero-Fortezza-Ponte Gardena è considerata una delle 5 opere ferroviarie prioritarie per il Paese.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 April - 19:36
Trovati 13 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 38 guarigioni. Sono 1.342 i casi attivi sul territorio provinciale
Ambiente
19 April - 18:35
L'incontro tra il plantigrado e l'escursionista, documentato da un video pubblicato da quest'ultimo su Facebook, è avvenuto ieri fra i boschi [...]
Cronaca
19 April - 19:27
Le ricerche erano cominciate già ieri ma si erano concluse senza esito. Questa mattina il corpo dell'animale è stato trovato purtroppo senza vita
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato