Contenuto sponsorizzato

Il fienile dell'azienda Francisci distrutto da un incendio: lanciata una raccolta fondi per ricostruirlo. "Aiutiamo la loro piccola realtà"

Un enorme incendio ha inghiottito il fienile dell’azienda agricola Italo Francisci a Romeno distruggendo l'intera struttura oltre a due costose macchine agricole. I costi dei danni ammontano a 400 mila euro, e per questo è stata lanciata una raccolta fondi per aiutare la famiglia. "Vogliamo mostrare loro solidarietà per ripagare l'impegno messo in tutti questi anni per il nostro territorio"

Di L.B. - 12 marzo 2021 - 17:12

ROMENO. Lo scorso 26 febbraio un enorme incendio ha inghiottito il fienile dell’azienda agricola Italo Francisci a Romeno, in Val di Non (qui articolo). Le fiamme hanno divorato l’intera struttura oltre a distruggere due costose macchine agricole e mandare nello sconforto la famiglia proprietaria.  

 

I Francisci in questi difficili giorni hanno potuto dare da mangiare alle proprie vacche grazie al buon cuore della comunità degli allevatori Val di Non e Trento che ha donato parte del suo fieno. La conta dei danni però è enorme se si pensa alla somma che servirà per lo smaltimento dei rifiuti, la ricostruzione della struttura e il riacquisto dei macchinari. La stima infatti si aggira intorno ai 400 mila euro.

 

Un fatto certamente inaspettato quello dell'incendio, che ha gettato nello sconforto Italo e il figlio di 24 anni che da qualche anno ho preso in mano l’attività. Proprio per aiutare la famiglia Francisci, stimata da tutti in valle e non solo, un’amica di famiglia ha deciso di lanciare una raccolta fondi.

 

“Dopo la tragica vicenda che li ha colpiti, vogliamo mostrare loro solidarietà per ripagare l'impegno messo in tutti questi anni nel produrre alimenti in modo rispettoso nei confronti dell’ambiente”, spiega Mia De Luca. “L’assicurazione certamente interverrà, ma chissà se coprirà anche solo la metà dei danni oltre al fatto che la burocrazia in questi casi è molto lenta”.

 

Si tratta di un'azienda con una lunga storia, che affonda le sue radici in generazioni di lavoro e sacrifici. Molto rinomata per i suoi prodotti biologici e a chilometro zero, oltre ad un'etica lavorativa rispettosa dell'ambiente.

 

"Per raggiugere più persone possibile ho pensato che avrei potuto condividere la causa tramite il Gofundme (la trovate qui) - continua - perché si tratta di un metodo molto più semplice e veloce per fare donazioni".

 

Si tratta di una causa molto nobile e che è bene sostenere. Solo riguardo il fieno, infatti, sappiamo che una volta bruciato diventa rifiuto speciale, e quindi necessita di uno smaltimento a parte e per questo più costoso.

 

“Questa raccolta fondi vuole essere un gesto fatto con il cuore che spero potrà aiutare la famiglia Francisci”. Cliccate qui per accedere alla pagine di Gofundme della raccolta fondi.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 novembre - 20:00
Trovati 111 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 33 guarigioni. Sono 50 i pazienti in ospedale. Sono 835.235 le dosi di [...]
Cronaca
28 novembre - 18:26
Il presidente di Patrimonio del Trentino Spa, Andrea Villotti, avrebbe preso in consegna una Porsche Macan da 90mila euro sequestrata [...]
Cronaca
28 novembre - 18:20
Sono diversi gli interventi messi in campo dai vigili del fuoco dell'Alto Adige a causa della neve. L'appello ai guidatori è quello di fare [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato