Contenuto sponsorizzato

Il Trentino ha una ''Perla alpina'' in più: Primiero San Martino di Castrozza nel network che raccoglie alcune località tra Italia, Germania, Austria e Slovenia

La candidatura, perseguita con grande convinzione e determinazione in modo congiunto dal Comune di Primiero San Martino di Castrozza e da Apt, trova fondamento nella condivisione maturata nel corso del 2021 sul documento programmatico “Verso un turismo sostenibile”

Di L.A. - 29 aprile 2022 - 18:30

PRIMIERO SAN MARTINO DI CASTROZZA. Una perla in più per il Trentino. Dopo l'Alpe Cimbra e Moena, ora Primiero San Martino di Castrozza entra ufficialmente a far parte di Alpine Pearls, network internazionale che raccoglie alcune turistiche di quattro paesi dell’arco alpino tra Italia, Germania, Austria e Slovenia, impegnate a promuovere un turismo ecocompatibile e sostenibile.

 

“L’ingresso della località - commenta Antonio Stompanato, presidente dell'Azienda per il turismo San Martino di Castrozza, passo Rolle, Primiero e Vanoi - nel circuito delle Perle Alpine è parte integrante degli obiettivi che il Cda di Apt si è posto a partire dalla scorsa primavera e rappresenta un primo step del cammino intrapreso sul tema della sostenibilità”.

 

La candidatura, perseguita con grande convinzione e determinazione in modo congiunto dal Comune di Primiero San Martino di Castrozza e da Apt, trova fondamento nella condivisione maturata nel corso del 2021 sul documento programmatico Verso un turismo sostenibile” elaborato proprio dall'Azienda per il turismo. Si tratta di un progetto strategico che prevede la partnership e il coinvolgimento attivo di più enti presenti sul territorio, come operatori turistici e attori locali di centrale importanza, tra cui il Parco naturale Paneveggio - Pale di San Martino e il Gruppo Acsm.

 

La delibera del Comune di Primiero San Martino di Castrozza, approvata all’unanimità il 28 marzo scorso, segna il traguardo di un percorso avviato nell’estate del 2021 con la fase di verifica del soddisfacimento dei criteri necessari ad essere riconosciuti Perla Alpina e rientranti nelle cinque macro-categorie di intervento (mobilità ecocompatibile, qualità ambientale, natura – biodiversità, feel-good quality, circuiti economici regionali ed enogastronomia). Questo percorso è poi proseguito in autunno, attraverso la prima partecipazione con una prima delegazione operativa di Apt finalizzata alla presentazione della candidatura nel corso dell’assemblea dei soci Alpine Pearls tenutasi a metà ottobre a Weissensee in Austria.

 

“L’adesione al circuito – dice Daniele Depaoli, sindaco di Primiero San Martino di Castrozza – conferma la volontà dell’amministrazione di perseguire modelli di sviluppo che mettano in risalto la naturale vocazione del nostro territorio, da sempre orientato ad un turismo incentrato sulla salvaguardia e la valorizzazione dell’ambiente. Questa tappa, infatti, rappresenta un ulteriore riconoscimento che si aggiunge a quelli già ricevuti in passato per l’impegno virtuoso sul fronte della sostenibilità, come la dichiarazione di Legambiente quale ‘Territorio 100% rinnovabile’, e che si pone in perfetta linea con la direzione strategica che è stata condivisa a livello locale”.

 

Più che un arrivo, comunque, si tratta di un punto di partenza: tanti, al momento, i progetti in cantiere sul fronte della mobilità sostenibile, primo tra tutti il progetto di collegamento impiantistico San Martino di Castrozza-Passo Rolle, la cui realizzazione costituirebbe un ottimo esempio di mobilità alternativa in contesti alpini. A questo si aggiungono anche l’ulteriore potenziamento della rete ciclopedonale, la riqualificazione delle aree pedonali dei borghi, la creazione di una circonvallazione a San Martino di Castrozza e lo studio di nuove strategie per la riduzione del traffico veicolare.

 

Per sancire l’ingresso del Comune nel network delle Perle Alpine, che è attivo dal 2006 e che attualmente coinvolge 19 località, il 28 e il 29 aprile è stata organizzata una visita in loco da parte di una delegazione Alpine Pearls, di cui hanno fatto parte Peter Brandauer, presidente dell’Associazione e Giovanni Vassena, contact point per le perle italiane. A una visita dei principali punti di interesse del territorio è seguito un incontro ufficiale in Comune per la ratifica dell’ingresso nel circuito, con la partecipazione dei presidenti di Apt, del Parco Naturale Paneveggio - Pale di San Martino e del Gruppo Acsm, riconosciuti come partner fondamentali per il consolidamento del percorso e dello sviluppo complessivo del territorio locale anche a fini turistici. 

 

“Siamo molto felici di poter accogliere il Comune di Primiero San Martino di Castrozza nel network delle Perle Alpine. Oltre che dalla bellezza mozzafiato dei paesaggi dolomitici, siamo rimasti particolarmente impressionati dalle tante belle iniziative già in atto in tema di energie rinnovabili, mobilità ecocompatibile e sostenibilità a 360 gradi. Con i progetti GreenWayPrimiero, il focus sul tema plastic-free, la flotta di veicoli elettrici abbinata alle infrastrutture di ricarica, l’attraente rete ciclo-pedonale e le prestazioni di mobilità incluse nella Trentino Guest Card i temi centrali di Alpine Pearls sono già integrati al meglio nelle proposte turistiche del territorio. Siamo convinti che l’ingresso di Primiero San Martino di Castrozza in Alpine Pearls possa rappresentare un notevole valore aggiunto per il network e al tempo stesso uno strumento importante per posizionare in modo sempre più efficace questo territorio in chiave green",  conclude Peter Brandauer, Presidente di Alpine Pearls e sindaco di Werfenweng (Austria), paese modello per la mobilità dolce.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 4 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
04 luglio - 19:47
Il presidente della Società meteorologica italiana a il Dolomiti: “Ci sarei potuto essere anche io lassù. Quel ghiacciaio, visto da fuori, non [...]
Cronaca
04 luglio - 20:40
Dal 2012 al 2020 è stato a capo del soccorso alpino di Recoaro - Valdagno, Paolo Dani era un'espertissima guida alpina. L'addio dei colleghi: [...]
Cronaca
04 luglio - 17:50
Era una delle persone che si temeva potesse essere sotto la valanga causata dal seracco che è crollato ieri sulla Marmolada ma è stato [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato