Contenuto sponsorizzato

80 statue a grandezza naturale mettono in scena la vita di un tempo, Faedo diventa il paese del presepe, così il borgo rotaliano si prepara al Natale

Entrare a Faedo dal 2 dicembre al 6 gennaio sarà come entrare dentro il più grande presepe del Trentino e mettersi alla scoperta delle tradizioni di un tempo.  C'è il fornaio, il fabbro, i contadini intenti nei lavori agricoli, le donne che filano la lana. E un'antica stalla farà da cornice alla Natività

Di S.M. - 01 dicembre 2023 - 09:49

FAEDO. C'è un paese in Trentino che nel periodo natalizio si trasforma in un grande presepe. E' Faedo. Da otto anni, infatti, il borgo diventa “Il paese del presepe”: vie, avvolti, cantine e poggioli accolgono 80 statue a grandezza naturale, che raffigurano persone interne a vivere la vita di un tempo. C'è il fornaio, il fabbro, i contadini intenti nei lavori agricoli, le donne che filano la lana. E un'antica stalla farà da cornice alla Natività.

 

 Entrare a Faedo dal 2 dicembre al 6 gennaio sarà, dunque, come entrare dentro il più grande presepe del Trentino e mettersi alla scoperta delle tradizioni di un tempo.

 

 

L'installazione diffusa lungo le vie del centro storico rappresenterà un'edizione rinnovata rispetto agli anni scorsi con la rivisitazione di alcune scene che raffigurano persone intente a vivere la vita di un tempo e installazioni sonore, in alcuni portici con dialoghi scritti appositamente dalla Filodrammatica di Verla e canzoni registrate negli Anni novanta e messe a disposizione dall’Apto, Archivio provinciale Tradizioni Orali.  

 

Faedo ospiterà anche il “Mercatino della Stella”, che propone prodotti artigianali realizzati a mano e prodotti del territorio (tutte le domeniche dalle 10 alle 18 e venerdì 8 dicembre).

Quest’anno ci sarà anche un particolare spazio dedicato ai vini di Faedo e durante i fine settimana saranno aperte anche due “Casette del Natale” che proporranno vin brulè, the caldo, strauben, panini e molto altro.

 

 

Ricco è anche il calendario degli eventi, con esibizione di cori, musica itinerante e spettacoli vari: tra questi, sabato 2 dicembre una cena con delitto, sabato 9 lo spettacolo di Loredana Cont e domenica 17 uno spettacolo per bambini di “Magico Camillo”. Venerdì 8 ci sarà, inoltre, una camminata sul territorio con gli accompagnatori di media montagna de “la Campirlota” per scoprire l’ambiente naturale che circonda il paese di Faedo.

 

Questo lungo periodo natalizio culminerà il giorno della vigilia dell'Epifania, il 5 gennaio, con la tradizionale “Canta della Stella”, evento in cui un lungo corteo di cantori e musicanti percorrono le vie del paese intonando antichi canti natalizi, recuperati grazie ad un importante studio della tradizione orale.

 

 

Quello di Faedo sarà un Natale all'insegna della sostenibilità e dell'attenzione all'ambiente. Ad ogni famiglia che ha fatto richiesta, la Pro Loco di Faedo ha consegnato delle luminarie natalizie sostenibili, che si alimentano con un pannello fotovoltaico.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 febbraio - 11:55
Necessarie le pinze idrauliche per estrarre i feriti dai mezzi incidentati. La strada è bloccata
altra montagna
23 febbraio - 06:00
Animali domestici non protetti a dovere, alcune predazioni avvenute negli ultimi tempi ed è tornata la paura, atavica, nel paesino di [...]
Cronaca
23 febbraio - 11:37
Dagli incidenti stradali ai mezzi in difficoltà poiché sprovvisti di attrezzatura invernale: numerosi gli interventi dei vigili del fuoco [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato