Contenuto sponsorizzato

Al Castello di Pergine arriva anche il "Veg Bistrot", che completa l'offerta dello splendido maniero che, dal colle Tegazzo, domina l'Alta Valsugana

Acquistato nel 2018 alla Fondazione CastelPergine, all'interno del Castello erano già presenti un ristorante e l'hotel ad una una stella di cui i proprietario vanno fieramente orgogliosi. Adesso, nelle stalle restaurate è stato aperto il "Veg Bistrot" con la chef Martina Godino che propone una cucina vegetariana con prodotti a chilometro zero

Di D.L. - 25 maggio 2024 - 16:27

PERGINE VALSUGANA. La vista è mozzafiato e l'assoluto silenzio che regna è spezzato solamente dal frinire dei grilli. Ogni angolo racconta un "pezzetto" della storia della splendida fortificazione che, dai 657 metri del colle Tegazzo, domina la valle, dalla conca del lago di Caldonazzo sino al torrente Fersina.

 

Castel Pergine, comunemente chiamato "Castello di Pergine" è semplicemente un gioiello incastonato a est del capoluogo dell'Alta Valsugana, a cinque minuti di macchina da Pergine, anche se sono tantissimi coloro i quali scelgono di lasciare l'auto in valle, per poi raggiungere lo splendido maniero a piedi o in bicicletta.

 

Dal 2018 il Castello è tornato di proprietà dei trentini, grazie al lavoro della Fondazione Castel Pergine che lo ha acquistato. Nel 1956, infatti, fu acquisito dall'ingegnere svizzero Mario Oss (il comune lo vendette per recuperare fondi) e trasformato in un albergo, che guadagnò fama internazionale, grazie ad un'attenta gestione volta a valorizzare il patrimonio artistico e storico.

 

"Sessantadue anni dopo, alla fine del 2018 - spiega Massimo Oss, vice presidente della Fondazione -, il Castello è tornato ufficialmente di proprietà dei trentini, grazie al contributo di oltre 800 soci, che contribuirono con donazioni che andarono dal "minimo" di 50 sino a 10mila euro, per un totale di quasi 1 milione di euro, della Provincia Autonoma di Trento (1 milione e 800mila euro di contributo) e della Cassa Rurale Alta Valsugana. E' stato il primo caso, e ne andiamo assolutamente orgogliosi, di acquisto collettivo di un bene storico, acquisito dalla collettività".

 

La struttura richiama un gran numero di visitatori ("20mila lo scorso anno" racconta il vice presidente), ma al Castello di Pergine si può anche dormire, visto che vi è l'albergo mette a disposizione ben 20 stanze, mangiare nell'apprezzato ristorante e, assoluta novità, anche nel "Veg Bistrot Ca' Stalla", realizzato recuperando le vecchie stalle del maniero "con la massima attenzione a non intaccare la storicità del luogo".

 

"Si tratta - prosegue Oss - di un'ulteriore proposta che vogliamo fornire a chi sceglie Castel Pergine per una visita, una gita, un soggiorno o, semplicemente, per un pranzo o un aperitivo in una location assolutamente unica. Il Bistrò è aperto dalle 11 alle 18, e due sere a settimana, e la nostra chef Martina Godino propone cucina vegetariana, con prodotti fatti esclusivamente in casa, verdure a chilometro zero coltivate nel nostro orto o degli orti vicini. Il tutto all'insegna del recupero e dello "zero spreco" a tutti i livelli. La prenotazione non è obbligatoria, ma assolutamente consigliata e sin possono scegliere percorsi culinari ad hoc e dedicati".

L'albergo si sviluppa, invece, su tre piani: al primo sono situate le camere moderne, al secondo le camere antiche, al terzo le camere storiche.

 

"E' ad una stella - racconta il vice presidente - ma siamo felici che sia così e vogliamo essere l'albergo ad una sola stella migliore del mondo, piuttosto che il peggior cinque stelle che ci sia. Noi vogliamo sorprendere con la nostra stella, in un luogo dove, la notte, se ne possono ammirare tantissime sopra la testa, immersi in una pace e in una tranquillità che hanno veramente pochi eguali".

Per quanto concerne, invece, gli eventi storici e culturali il calendario è assolutamente fitto.

 

"Certo - conclude -: è consultabile sul sito e anche sui canali social vengono ovviamente pubblicizzati tutti gli appuntamenti. Ospitiamo mostre, adesso c'è quella di Paolo Tait, un altro grande e poliedrico artista trentino a cui stiamo dando grande visibilità, ma anche eventi di carattere scientifico legati al tema della terra (adesso l'argomento è "l'acqua") e quelli artistici, curati dall'Area Teatro di Pergine, che trasferisce in questa meravigliosa location gli eventi perginesi".

Il "Veg Bistrò - Ca' Stalla" sarà aperto sino al 30 settembre, dalle 11 alle 18. Mercoledì e giovedì apertura anche serale, sino alle ore 22. Per info e prenotazioni è possibile inviare una mail all'indirizzo vegbistrotcastalla@gmail.com o telefonare al numero 338 - 4977330.

Per info e prenotazioni, invece, per visite, eventi e prenotazioni in albergo è possibile consultare il sito www.castelpergine.it oppure telefonare al numero 0461 - 531158.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
25 giugno - 18:16
La gestione degli orsi in Trentino è di nuovo tornata sui tavoli ministeriali. A Roma c’è stato un nuovo confronto tra il ministro Pichetto [...]
Montagna
25 giugno - 16:48
La donna alle 5 ha trovato il messaggio e ha visto che i vicini di camper non erano ancora rientrati. Ha dato l'allarme e intorno alle 7 i soccorsi [...]
Montagna
25 giugno - 15:45
Il presidente di Sat Cristian Ferrari: "Salvo un'evoluzione calda dell'estate, ci sono buoni presupposti perché l'abbondante copertura nevosa [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato