Contenuto sponsorizzato

Pigiama, cuscino e spazzolino da denti: "Una notte al museo" alla scoperta di fossili e laboratori notturni

L'iniziativa si terrà  a palazzo Eccheli Baisi il 2 settembre e sono aperte le iscrizioni 

Pubblicato il - 29 agosto 2017 - 11:54

BRENTONICO. Pizze, mostre, chiacchierate tra i fossili, laboratori notturni e un'intera notte passata tra le mura del museo.

 

L'iniziativa è messa in campo dal museo di Brentonico, presso il Palazzo Eccheli Baisi, per sabato 2 settembre e riservata ai bambini delle scuole elementari.

 

Ogni bambino e bambina deve avere il proprio pigiama, cuscino, sacco a pelo e coperta, spazzolino da denti, una torcia, un eventuale materassino e tanta voglia di divertirsi.

 

Il programma inizierà sabato alle ore 19 con l'arrivo dei bambini al muse e l'avvio delle attività. Alle 19.30 per tutti ci sarà la cena con una pizza e successivamente dalle 20.30 alle 22.30 proseguirà il divertimento.

 

La serata si concluderà alle 23 quando le luci del museo si spegneranno e  sarà il momento per tutti di dormire. Alle 8 di domenica ci sarà la sveglia, una ricca colazione e il rientro a casa.

 

Per la notte è obbligatoria l'iscrizione, i posti disponibili sono 15 e ulteriori 5 per i bambini che non si fermeranno a dormire. La quota di partecipazione è di 5 euro. Per avere tutte le informazioni basta contattare l'Ufficio Turistico di Brentonico allo 0464 – 395149.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 novembre - 13:23

Ecco quali sono le strade chiuse in provincia di Trento e il livello neve sui diversi territori. Fiumi monitorati con Brenta e Leno osservati speciali (anche se i momenti di piena sono stati venerdì notte con portate anche dieci volte superiori al normale)

17 novembre - 13:44

L’incidente è avvenuto poco dopo le 19e30 di ieri, all’altezza di un incrocio che permette di immettersi nella Strada provinciale 34. Nello scontro sono rimasti coinvolti due veicoli, il ferito più grave risulta essere un 33enne

17 novembre - 05:01

Il disegno di legge voluto da Fugatti prevede, per chi ha ricevuto condanne superiori ai 5 anni, l’impossibilità di fare domanda per un alloggio Itea e la rescissione del contratto per coloro che già sono destinatari di un’abitazione, lo stesso principio lo si vorrebbe estendere a tutti i componenti del nucleo famigliare. Dura replica di Ianeselli: “C’è odore di incostituzionalità le famiglie dovrebbero essere aiutate non sbattute sulla strada”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato