Contenuto sponsorizzato

A Povo in una sera raccolti più di 4.500 euro per i terremotati. Lavis impegna 2 euro per abitante

Mentre continuano le scosse nel Centro Italia continua anche la campagna di solidarietà del popolo trentino a fianco delle popolazioni terremotate. Negli ultimi giorni i bei casi di Lavis e Povo

La serata di Povo
Pubblicato il - 13 novembre 2016 - 19:26

TRENTO. Almeno 4.500 euro tirati su in una sola sera a Povo. 17.800, invece, saranno quelli che arriveranno da Lavis. Mentre le popolazioni terremotate del Centro Italia non mollano e continuano a tenere duro nonostante lo sciame sismico non accenni a diminuire (sotto la mappa dell'ultima settimana: in blu le scosse sopra la magnitudo 3, in rosso quelle sopra il 4. Sabato la scossa più forte di magnitudo 4.1 in provincia di Macerata) continua la campagna di aiuto dei trentini per i loro concittadini.

 

Negli ultimi giorni sono stati Povo e Lavis a scendere in campo. La circoscrizione della collina di Trento ha organizzato un'amatriciana solidale (che adesso, visti i luoghi devastati dalla seconda scossa dovrebbe veder aggiungere anche un lenticchiata con i prodotti di Castelluccio e Colfiorito) nell'ex centro civico del paese. E il successo è stato assoluto. Erano attese 300 persone e ne sono arrivate quasi 500. Ai fornelli il gruppo alpini di Povo, guidato dal mitico Romeo Zordan, e a servire tra i tavoli i membri di tantissime associazioni (circa una ventina tutte della collina, unite grazie all'impegno della circoscrizione e del presidente Sergio Casetti. Le riportiamo integralmente sotto per tributargli il giusto onore*).

 

A Lavis, invece, è stato il Comune di Lavis ad impegnarsi in via diretta. Giovedì sera, infatti, è stato votato il provvedimento di destinare 2 euro per abitante a favore delle popolazioni terremotate. Che tradotto vuol dire circa 17.800 euro. E a seguire le operazioni di raccolta dei fondi e poi di spesa sarà un'apposita commissione formata da Enzo Marcon (del Pd, rappresentante della maggioranza) e Sarah Pilati (dei 5 Stelle, per le minoranze).

 

 

 

 

*Acli, Ana Gruppo alpini di Povo, Arci Paho, Avis, Cassa Rurale di Trento, Centro Servizi “M. Grazioli”, Circoli pensionati e anziani, Comitato chiesa Oltrecastello, Comitato gemellaggio Povo-Znojmo, Commissione circoscrizionale politiche sociali, Famiglia Cooperativa di Povo, Gtg e Povo accogliente, Gasp gruppo acquisti solidali, Gruppo Karamoja, Gsa, Kaleidoscopio, Oratorio, Club Interassociativo Tuttapovo e i Vigili del Fuoco volontari di Povo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 ottobre - 18:59

Le incertezze sembrano riguardare un po' tutto l'apparato organizzativo. Bruno Bizzaro: "Il nocciolo di tutto è naturalmente la sicurezza di operatori, pazienti e clienti. Non tutte le farmacie dispongono di locali separati che possono essere adibiti per questo scopo e che possono essere sanificati regolarmente"

24 ottobre - 19:44

Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 162 positivi a fronte dell'analisi di 2.513 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 6,45%. Sono 71 le persone che presentano sintomi. Ci sono 63 pazienti in ospedale e 4 in terapia intensiva

24 ottobre - 19:17

In serata atteso l’intervento di Conte per annunciare le nuove misure restrittive: la bozza del Dpcm (ALL’INTERNO) prevede la sospensione delle attività per piscine, centri benessere e centri ricreativi. Per contrastare la diffusione del contagio alle superiori la didattica digitale integrata passa al 75% sul totale delle lezioni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato